Abaterusso (Leu): “La Puglia ha sei mesi di tempo per approvare una nuova legge”. Distante (Sapar): “Il Consiglio regionale ha deciso di non decidere”

32 0
Dopo l’approvazione in consiglio regionale della proroga alla legge sul gioco d’azzardo il consigliere Leu, Ernesto Abaterusso ha espresso la propria soddisfazione. “La Regione Puglia – ha dichiarato – ha sei mesi di tempo per approvare una nuova legge che punti a combattere il gioco d’azzardo patologico e ad eliminare l’inutile, oltre che dannoso, distanziometro che, come abbiamo avuto modo di spiegare durante i lavori del Consiglio odierno, farebbe perdere il lavoro a 20mila pugliesi e cancellerebbe il gioco legale controllato dallo Stato per introdurre il gioco illegale con il risultato esattamente opposto rispetto a quello voluto da tutti”.
“Durante i lavori dei prossimi sei mesi – ha concluso Abaterusso –  verranno ascoltati procuratori della Repubblica delle province pugliesi, prefetti, rappresentanti delle forze dell’ordine, delle gerarchie ecclesiastiche, responsabili del settore sanitario, organizzazioni sindacali e di categoria e quanti altri possano offrire un contributo volto a legiferare in maniera trasparente e utile”.

Grande delusione invece per Domenico Distante, presidente di Sapar Puglia. “Il Consiglio regionale ha deciso di non decidere, di lasciare il mandato al Governo nazionale: la proroga sposta il problema ma non lo risolve. Siamo delusi e amareggiati – aggiunge Distante – non era questo il risultato che aspettavamo. Ancora oggi siamo nella condizione di non sapere di che morte moriremo, è una situazione ingiusta, continuano a tenerci sulla brace, siamo letteralmente sfiniti. Tra l’altro nel corso della discussione di oggi ogni consigliere intervenuto, sia di maggioranza che di opposizione, ha ribadito che il distanziometro è una misura considerata inutile. L’unica nota positiva è la grande partecipazione alla manifestazione di oggi, qualcosa di mai visto, che ha mostrato come il settore possa essere unito. Credo sia questa la strada giusta da continuare a percorrere”. D. Pellegrino

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *