Biella, spuntano i furbetti del vaccino. La Procura indaga

153 0

Dai furbetti dei ristori ai furbetti del vaccino anti Covid. L’Italia, si sa, è la patria di coloro che credono poter raggirare leggi e priorità. Era già successo in Sicilia nelle scorse settimane (https://palermo.repubblica.it/cronaca/2021/02/01/news/furbetti_del_vaccino_trasferito_il_dirigente_medico_di_petralia_sottana-285408695/). Ora, a muovere i primi passi nell’inchiesta sui presunti furbetti del vaccino è la procura di Biella che indaga su persone sottoposte alla vaccinazione nonostante in questa fase, riservata a sanitari e ospiti delle Rsa, non ne avessero diritto. I carabinieri del Nas, coordinati dal procuratore Teresa Angela Camelio, hanno sequestrato gli elenchi delle Asl e ci sarebbero anche degli indagati.

Truffa ai danni dello Stato il reato ipotizzato. Le persone che gli inquirenti dovranno ascoltare, secondo quanto si apprende, sarebbero un centinaio.

Fra i presunti ‘furbetti’ del vaccino, sempre secondo quanto si apprende, ci sarebbero alcuni amministratori di case di riposo che non avevano diritto alla vaccinazione e altri che si sarebbero inseriti fra i lavoratori delle cooperative che operano all’interno delle Rsa e dell’ospedale. ANSA

La Redazione


   

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *