Confermata Ice London ad aprile. Clarion Gaming: “Il team è concentrato”

216 0

Si terrà a Londra, dal 12 al 14 aprile all’ExCeL, l’Ice London. Grazie alla forte domanda di visitatori, ai solidi protocolli Covid-19 e all’allentamento delle restrizioni da parte del Governo del Regno Unito, una delle più importanti fiere del mondo del gaming, si svolgerà come da programmi. A confermarlo è l’amministratore delegato di Clarion Gaming, Stuart Hunter, comunicando anche che all’evento mancheranno alcuni espositori. “Come squadra non ci piace mai perdere nessuno dei nostri espositori, ma rispetteremo sempre le loro ragioni per decidere di non partecipare”, afferma Hunter. “I nostri sono clienti a vita e stiamo lavorando con loro per aiutare alcuni a mantenere una presenza all’Ice attraverso la sponsorizzazione e ospitando i clienti all’evento, confermando anche il loro ritorno nel 2023.
Ci sforziamo sempre di stare spalla a spalla con l’industria e i nostri clienti, sia nei periodi favorevoli che durante i periodi più difficili”. Come sempre, ricorda l’Ad, il marchio Ice lavora per rappresentare l’intero ecosistema di gioco, comprese le piccole imprese che fanno affidamento sull’appuntamento londinese per una parte significativa del loro fatturato annuale.

Il supporto per le nuove date di aprile è rimasto forte, con una ricerca indipendente su 1.300 partecipanti condotta da Explori che mostra che poco meno di tre quarti (il 74 percento) degli intervistati prevede ancora di essere alla fiera dal 12 al 14 aprile. Le nuove date si sono assicurate anche il sostegno dell’European casino association, assicurando la partecipazione di un ampio contingente di operatori terrestri europei. Questa ricerca è stata intrapresa prima che il Governo del Regno Unito annunciasse che i viaggiatori internazionali vaccinati non dovranno sostenere un test Covid all’arrivo in Inghilterra dall’11 febbraio.
“Questo è uno sviluppo importante che incoraggerà più visitatori a fare il viaggio a Londra e a far parte dell’esperienza Ice”, prosegue Hunter. “Inoltre, il Governo del Regno Unito è passato al Piano A Covid, che prevede una significativa diminuzione delle restrizioni per il Covid, inclusa la fine delle mascherine obbligatorie e un allentamento delle regole applicabili ai passaporti di certificazione Covid. Da questo punto di vista, il Regno Unito e Ice London sono molto aperti agli affari”. Il tutto senza dimenticare l’impegno di Clarion per la messa in atto dell’All secure risk assessment framework del settore degli eventi, una guida alle migliori pratiche per fornire eventi quando la trasmissione di Covid rimane un rischio. I protocolli sono stati completamente testati tramite Clarion Events e sono sufficientemente flessibili da rispondere e adattarsi a uno scenario dinamico e in rapida evoluzione, spiega Hunter, per garantire che l’esperienza Ice possa essere sia sicura che adatta alle imprese. “Sapevamo che il ritorno agli eventi di persona non sarebbe stato semplice, ma sappiamo anche dalla nostra esperienza di organizzare iGb Live! ad Amsterdam lo scorso autunno, quanto l’industria ha perso gli eventi di persona e la capacità di incontrarsi, fare rete e fare affari”, conclude l’Ad di Clarion gaming. “Il team è completamente concentrato sul compito da svolgere e farà tutto il necessario per offrire una celebrazione indimenticabile del settore quando si incontrerà a Londra”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.