Covid, Costa (sott. alla Salute): “Non chiuderà più niente nel nostro Paese”

348 0

“Abbiamo cercato di anticipare gli scenari nel nostro Paese. L’introduzione anticipata del Super Green pass è stata fatta per prevenire scenari peggiori, qualora ci dovesse essere un cambio di colore in alcune regioni. Ma non chiuderà più niente nel nostro Paese anche se, ovviamente, ci sono alcune limitazioni per i non vaccinati”. Così ad Agorà su Rai Tre, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa sull’eventuale introduzione di misure più drastiche per tenere sotto controllo i contagi da Covid. “Credo – ha aggiunto il sottosegretario – la macchina abbia mostrato in questi giorni che in grado di somministrare un numero importante di vaccini. L’altro ieri abbiamo superato nuovamente le 500.000 somministrazioni giornaliere, dato che ci eravamo posti come obiettivo a inizio campagna vaccinale”.

Intanto in Italia la curva dei contagi continua a salire e alcune regioni rischiano di passare in arancione prima delle vacanze natalizie.

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 17.959 nuovi casi Covid, mai così tanti dal 9 aprile scorso (quando furono 18.938). Il tasso di positività sale al 3,2% (+0,9%). I decessi sono 86, per un totale di 134.472 vittime dall’inizio dell’epidemia.

Ancora in crescita i ricoveri: sono 6.099 i pazienti ricoverati con sintomi, 791 quelli in terapia intensiva (+15 nelle ultime 24 ore). E’ quanto emerge dal bollettino settimanale del ministero della Salute.

La regione con più casi odierni è il Veneto (+3.516), seguita da Lombardia (+3.373), Lazio (+1.554), Emilia Romagna (+1.391), Campania (+1.175) e Piemonte (+1.165).

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *