Covid, schizzano i contagi. Sileri: “a gennaio zone rosse”

211 0

Aumenta quotidianamente la curva dei contagi Covid in Italia. Nel bollettino di ieri superati i 30mila casi, mentre i decessi sono stati 153 e oltre mille persone sono ricoverate in terapia intensiva. Record di tamponi, oltre 850mila in 24 ore. Cinque Regioni e due province autonome in zona gialla, altre rischiano di finire in arancione entro Natale e Capodanno. Prevista oggi la conferenza stampa del premier Draghi sulle nuove misure di contenimento messe in atto dal Governo in previsione delle feste natalizie.

Sul pericolo che tornino le zone rosse si è espresso il sottosegretario Sileri a Fanpage: “La necessità di fare un tampone per andare a feste e grandi eventi è un’ipotesi sul tavolo, così come la riduzione della validità del Green pass. Per Natale limitare i contatti. A gennaio, sulla base dei dati attuali, non ci sarà un lockdown nazionale ma zone rosse se la circolazione del virus, con la complicità della variante Omicron, dovesse aumentare. Il 2022 sarà l’anno della transizione dalla fase di pandemia a quella di endemia del virus”. Intanto, in attesa della cabina di regia del Governo prevista per domani (23 dicembre, ndr), il leader della Lega, Matteo Salvini ha dichiarato: “Aspetto le proposte, importante che non ci siano chiusure a Natale e Capodanno, Epifania, lasciamo lavorare e festeggiare la gente. C’è gente che ha fatto un vaccino, due vaccini, tre vaccini, Green Pass, Super Green Pass… se gli metti pure il tampone obbligatorio allora qualcuno si potrebbe domandare perché ho fatto tutto questo”, ha concluso.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.