D’Alesio al neo ministro Bellanova: “Rilanciamo l’ippica”

121 0

Si è appena insediato il nuovo Esecutivo giallorosso (https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/conte-2-il-nuovo-governo-giura-gentiloni-verso-la-commissione-ue_3230058-201902a.shtml) e dal mondo dell’ippica arrivano già richieste per un settore sempre più in crisi. Il destinatario è il nuovo ministro alle Politiche agricole, Teresa Bellanova, senatrice del Partito democratico e sindacalista per 30 anni.

Attilio D’Alesio, presidente del Coordinamento ippodromi, rivolgendosi proprio al neo ministro ha dichiarato: “Abbiamo un nuovo Governo ed un nuovo ministro dell’Agricoltura: Teresa Bellanova, alla quale auguriamo un grande ‘buon lavoro. Questa associazione, che da anni avanza proposte per giungere ad una riforma dell’Ippica, precipitata in una crisi profondissima che ha portato alla chiusura di ben 12 ippodromi, le chiede un incontro urgentissimo per proporle: la costituzione urgente di un tavolo di lavoro con la presenza delle associazioni rappresentative della filiera. In quella sede si potrà discutere di tanti problemi ancora irrisolti o, purtroppo, nemmeno mai affrontati come: un decreto ministeriale sulla rappresentatività della filiera: allevatori, proprietari, professionisti ed ippodromi; la costituzione di una governance dedicata al settore; la crescita e la garanzia delle risorse economiche; il pagamento dei premi entro 60 giorni; un calendario delle corse ed un contratto con gli ippodromi condiviso e stipulato entro la fine dell’anno; la partecipazione attiva dell’Anci e dei Comuni che sono proprietari di ben 26 ippodromi ancora attivi; una legge sugli ippodromi; un grande piano di rilancio dell’ippica, partendo dal presupposto che l’ippica è un grande sport, che le corse dei cavalli sono antiche e bellissime competizioni sportive e che gli ippodromi sono dei grandi teatri. Ci auguriamo che il ministro Teresa Bellanova ci ascolti e ci convochi quanto prima”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *