Disturbo da gioco, Andriukaitis (UE): “Commissione sostiene iniziative per i giovani”

201 0

«La Commissione è a conoscenza del fatto che l’Organizzazione mondiale della sanità ha incluso il disturbo da gioco come condizione diagnosticabile nell’11esima edizione della classificazione internazionale delle malattie» e «anche il rapporto “Prevenzione dei comportamenti di dipendenza”, pubblicato dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, considera – oltre a droghe, alcol e tabacco – anche le dipendenze comportamentali, come il gioco d’azzardo.
Sebbene le misure per prevenire e trattare questo tipo di dipendenze siano di competenza degli Stati membri, la Commissione sostiene alcune iniziative, come l’azione preparatoria Adocare che ha esaminato i problemi degli adolescenti con le nuove tecnologie», tra cui «l’uso di Internet e degli smartphone, i giochi, la dipendenza dai nuovi media, il cyberbullismo e il sexting».
È la risposta del Commissario europeo alla Salute, Vytenis Andriukaitis, all’interrogazione presentata dall’europarlamentare Demetris Papadakis (S&D) sull’inclusione della dipendenza da videogiochi nell’elenco ufficiale delle malattie mentali.
Fonte: Agipronews
A. Bargelloni

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *