Domani la Puglia del gaming protesta contro la legge regionale sul gioco

47 0

La Puglia del gaming protesta e abbassa le saracinesche. E’ quanto previsto per domani, 30 ottobre, in molte zone della regione in cui si manifesterà contro l’entrata in vigore della legge sul gioco, provvedimento che tra l’altro introduce il distanziometro, ovvero il divieto di vendere giochi pubblici a meno di 500 metri da luoghi definiti “sensibili”. Annunciata per domani una manifestazione di fronte alla sede del Consiglio regionale e la chiusura, in segno di protesta, delle agenzie dalle 10 alle 13.  Un’azione forte che vede le diverse associazioni di categoria unite per la mancata proroga all’entrata in vigore della legge regionale la quale, con l’introduzione del distanziometro, porterebbe all’espulsione dalla città del gioco legale, creando forti problemi occupazionali ed economici per circa 20 mila famiglie. Inoltre, il rischio è quello di consegnare il comparto alla criminalità organizzata, senza  raggiungere l’obiettivo di tutelare i cittadini dai possibili rischi della dipendenza da gioco.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *