Dopo anni di lavoro contro il gioco d’azzardo Di Maio dichiara soddisfatto: “Nel Decreto Dignità c’era una battaglia importantissima e adesso è legge”

199 0

Prima che il decreto Dignità divenisse legge il vicepremier Di Maio preannunciava una dura lotta al gioco d’azzardo dichiarando più volte: ” “Più si è disperati più si cade nel vortice del gioco d’azzardo – ha detto Di Maio – Questo è un sistema che va cambiato, nel primo dl di questo esecutivo aboliamo la pubblicità”. Poi l’appello ai grandi testimonial: “Non si prestino più. Chiedo a grandi testimonial di non prestarsi più a questa roba che sta distruggendo le famiglie italiane. Il gioco di azzardo sta portando a picco quelli che i soldi non ce l’hanno”.

Dopo anni di lavoro e l’approvazione della legge sul divieto di pubblicità del gioco d’azzardo, oggi il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico,  durante un intervento sul palco di Italia Cinque Stelle ha dichiarato soddisfatto: “Nel Decreto Dignità c’era una battaglia importantissima che abbiamo combattuto per anni e adesso è legge. E grazie ad esso, oggi l’Italia è il primo Paese in Europa in cui è vietata la pubblicità sul gioco. Se vedete ancora qualche spot, è perchè fino a febbraio i contratti firmati possono continuare ad esserci. Da marzo non ne vedrete mai più. Abbiamo incontrato troppe famiglie che hanno perso tutto perchè il padre o la madre sono finiti nel vortice del gioco d’azzardo. Per il 90% chi gioca d’azzardo è venuto a conoscenza del gioco da uno spot pubblicitario dove c’era anche qualche calciatore che si è prestato a queste cose. Ma ora sono stati aboliti”.

D. Pellegrino

 

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *