Ecco tutti gli interventi sul territorio italiano della G.d.F: chiusure, sequestri ed evasione tasse e preu – nei primi 5 mesi del 2017

368 0

Proseguono presso le sedi dei vari Comandi Provinciali della Guardia di Finanza le celebrazioni per il 243° anniversario di fondazione del Corpo.

Nei primi cinque mesi del 2017 l’attività della Guardia di Finanza, nelle varie regioni e province italiane, si è sviluppata portando a segno diverse operazioni contro il gioco illecito.

Sul territorio di Potenza, nel settore dei giochi e delle scommesse, l’azione di servizio della Guardia di Finanza è rivolta, oltre alla tutela del gettito erariale: a contrastare la concorrenza sleale esercitata ai danni degli operatori onesti da parte di soggetti non autorizzati; a tutelare il consumatore, da proposte di gioco illegali, insicure e prive di alcuna garanzia, tanto sulla regolarità del gioco, quanto sulle probabilità di vincita, e, in particolare, le fasce più deboli, prime fra tutte i minori. Sono stati sequestrati nr. 18 apparecchi terminali (cc.dd. totem) e nr. 11 Punti clandestini di raccolta scommesse. Sono state, inoltre rilevate e constatate Imposte di competenza dell’A.D.M. pari a €. 4.848.000.

In provincia di Caserta su 103 interventi effettuati presso sale giochi e centri di scommesse, riscontrate irregolarità nel 12% dei casi. Verbalizzati 187 soggetti e sequestrati 5 apparecchi automatici da gioco e 10 postazioni di raccolta di scommesse clandestine.

In provincia di Salerno su 61 interventi effettuati presso sale giochi e centri di scommesse, sono state riscontrate irregolarità nel 38% dei casi. Sono stati verbalizzati 123 soggetti e sequestrati 28 apparecchi automatici da gioco e 4 postazioni di raccolta di scommesse clandestine.

In provincia di Ravenna sono stati 15 gli interventi compiuti a contrasto dei giochi e delle
scommesse illegali.

Nel viterbese sono stati effettuati nr. 3 interventi presso sale giochi e centri di scommesse ubicate in diversi comuni della provincia, di cui 1 irregolare; sequestrato nr. 1 apparecchio da divertimento ed intrattenimento e verbalizzati nr. 6 soggetti.

In provincia di Genova nell’ambito della lotta al gioco illegale, sono stati eseguiti 78 interventi effettuati presso sale giochi e centri di scommesse, che hanno portato alla verbalizzazione di 154 soggetti ed al sequestro di 6 apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento.

In provincia di Imperia l’attività si è sviluppata attraverso interventi presso sale giochi e centri di scommesse al fine di verificare la corretta applicazione della normativa vigente.

In provincia de La Spezia sono stati effettuati 8 interventi presso sale giochi e centri di scommesse, riscontrando irregolarità in oltre il 37% dei casi, con il coinvolgimento di 2 minori: 16 i soggetti verbalizzati.

In provincia di Savona sono stati effettuati 24 interventi presso sale giochi e centri di scommesse, che non hanno evidenziato irregolarità.

Nel territorio di Mantova in materia di giochi e scommesse è stato eseguito un intervento con la verbalizzazione di due soggetti.

In provincia di Ancona sul versante della tutela del monopolio statale del gioco e delle scommesse l’azione si è concretizzata in 23 interventi, di cui 2 irregolari con la verbalizzazione di 45 soggetti.

In provincia di Ascoli Piceno nel comparto delle attività a tutela del monopolio del gioco e delle scommesse sono stati effettuati 2 interventi e verbalizzate 6 persone.

In provincia di Pesaro e Urbino è stato eseguito, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, 1 controllo di natura amministrativa con verbalizzazione di 2 soggetti finalizzato alla ricerca ed al contrasto dei fenomeni di abusivismo e di illegalità che interessano il mercato dei giochi e delle scommesse.

In provincia di Campobasso sono stati inoltre eseguiti nr. 17 interventi in materia di contrasto al gioco ed alle scommesse illegali che hanno permesso di verbalizzare nr. 33 soggetti.

In provincia di Asti nell’ambito dell’attività volta alla tutela del monopolio statale, del gioco e delle scommesse sono stati verbalizzati 8 soggetti.

In provincia di Novara nel quadro dell’azione diretta al contrasto dei fenomeni di abusivismo e di illegalità che interessano il mercato dei monopoli, dei giochi e delle scommesse, l’attività dei Reparti novaresi si è sviluppata attraverso indagini di polizia giudiziaria per la scoperta delle condotte fraudolente più gravi e complesse nonché mediante controlli di natura
amministrativa. Le suddette attività hanno prodotto i seguenti esiti: 3 interventi eseguiti, tutti con esito regolare.

In provincia di Torino nel quadro dell’azione diretta al contrasto dei fenomeni di abusivismo e di illegalità che interessano il mercato dei giochi e delle scommesse, l’attività dei Reparti piemontesi si è sviluppata attraverso indagini di polizia giudiziaria per la scoperta delle condotte fraudolente più gravi e complesse nonché mediante controlli di natura amministrativa, svolti anche nel più ampio quadro di “piani coordinati di intervento”, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Le suddette attività hanno prodotto i seguenti esiti: 103 interventi eseguiti, di cui 25 con esito irregolare; 187 soggetti verbalizzati e 32 violazioni riscontrate; sequestro di 9 apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento, 5 punti clandestini di raccolta scommesse e 3 mila euro in contanti.

In provincia di Vercelli nel quadro della più ampia azione diretta al contrasto dei fenomeni di
abusivismo e di illegalità che interessano il mercato dei giochi e delle scommesse, l’attività dei Reparti vercellesi si è sviluppata attraverso indagini di polizia giudiziaria per la scoperta delle condotte fraudolente più gravi e complesse. Sono stati altresì eseguiti controlli di natura
amministrativa, in forma autonoma o in maniera congiunta nel più ampio quadro dei “piani coordinati di intervento”, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

In provincia di Agrigento nel settore a tutela del monopolio statale del gioco e delle scommesse sono stati eseguiti 17 interventi, di cui 8 irregolari, con la verbalizzazione di n. 32 soggetti ed il sequestro di n.11 apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento.

In provincia di Siracusa 6 interventi per la prevenzione e repressione dei fenomeni di giochi illegali e scommesse clandestine con la denuncia di 8 soggetti e il sequestro di 16 punti
clandestini di scommesse e degli apparecchi terminali utilizzati.

In provincia di Firenze 42 gli interventi in materia di giochi da intrattenimento, con la verbalizzazione di 75 soggetti.

In provincia di Livorno 13 gli interventi effettuati presso sale giochi e centri di raccolta scommesse, 4 dei quali nel Comune di Livorno e 9 in provincia: essi hanno portato alla verbalizzazione di 22 persone.

 

Lo Staff: CifoneNews

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *