Emilia-Romagna. Astro: “Lunedì incontro con la Regione per blocco legge anti ludopatia”

216 0

Prosegue la battaglia di As.tro (Assotrattenimento) in Emilia-Romagna per bloccare la legge regionale di contrasto alla ludopatia, che rischia di far chiudere, a causa del famigerato distanziometro, la quasi totalità delle aziende presenti in regione.
«Dopo l’incontro con i rappresentanti della Prefettura, abbiamo ottenuto un appuntamento in Regione per lunedì 19 novembre, nel quale i sindacati si schiereranno a difesa di 5mila posti di lavoro, chiedendo il blocco della legge regionale sul gioco». Così si esprime Danilo Festa, Consigliere As.tro con delega per la Regione Emilia-Romagna, al termine della manifestazione odierna davanti la Prefettura di Bologna per la giornata di mobilitazione nazionale dei lavoratori del comparto, indetta dalle federazioni di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs.
«Le rappresentanze sindacali – prosegue Festa – hanno esposto ai rappresentanti della Prefettura le nostre stesse argomentazioni: la legge regionale, che prevede almeno 500 metri di distanza tra sale giochi e luoghi sensibili, di fatto espelle il gioco legale. In più sorge anche una contraddizione, perché tale norma cozza con la legge urbanistica che invece prevede il no per il rilascio delle licenze in periferia. In tante città dell’Emilia Romagna non è dunque possibile spostarsi. Ribadiamo che il cosiddetto “distanziometro” non serve a prevenire la ludopatia, così come nelle intenzioni della Regione; si tratta solo di nascondere la polvere sotto il tappeto».
A. Bargelloni

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *