eSports, Giorgetti: “I ragazzi si rovinano il cervello. A me non sembra normale”

99 0

Si continua a parlare di eSports. Ad esprimersi sul tema questa volta è il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, intervenuto al talk “Vita da campioni” presso WeSportUp, nell’ambito degli Internazionali d’Italia. “La vera sfida del futuro – ha dichiarato Giorgetti – è che lo sport deve rivaleggiare con gli eSports. L’idea che ci siano addirittura delle Olimpiadi, che i ragazzi preferiscano stare lì a rovinarsi il cervello invece di fare lo sport tradizionale a me fa paura. Hanno la stessa dignità? Forse sì, ma l’effetto è diverso. A me sembra sport virtuale. Magari sbaglio io. A me non sembra normale”. A fargli da eco il presidente e ad di Sport e Salute Vito Cozzoli, anche lui intervenuto al talk, il quale si è detto d’accordo con il ministro Giorgetti ma ha anche sottolineato che “gli eSports sono un traino per avvicinare i ragazzi agli sport di base: questa è la scommessa che vogliamo affrontare e vincere. WeSPortUp può diventare un driver anche per questo”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.