Europei, gli azzurri volano in finale. Spagna sconfitta ai rigori

285 0

L’Italia di Mancini vola in finale agli Europei 2020 dopo una sudatissima partita con la Spagna di Luis Enrique finita ai rigori. I tempi regolamentari si erano chiusi 1-1, così come i supplementari (reti di Chiesa e Morata). La sfida per il possesso palla l’hanno vinta gli spagnoli, ma a festeggiare sono gli azzurri dopo 120 minuti di sofferenza e nove calci di rigore. L’ultimo, quello decisivo è di Jorginho.

“I meriti sono dei ragazzi perché hanno creduto in tutto questo fin da tre anni fa, ma ancora non è finita: ora dobbiamo recuperare le forze per la finale” commenta a caldo un felicissimo Mancini. “Questi sono i rigori – dice ancora il ct -. E’ stata una partita durissima. Sapevamo che la Spagna ci avrebbe messo in difficoltà, e che ci sarebbe stato da soffrire. Loro ci hanno messo in difficoltà all’inizio, ma poi abbiamo trovato le coordinate giuste, contro dei grandi palleggiatori come gli spagnoli”.

“Una emozione indescrivibile. Ero sereno perché sapevo che potevo aiutare la squadra. Adesso manca l’ultimo passo per avverare il nostro sogno“. Gigi Donnarumma, ‘eroe’ della serata di Wembley, a RaiSport ha raccontato le sensazioni del dopo Italia-Spagna, finita ai rigori. “La Spagna è fortissima, ma questa Italia ha un cuore grandissimo, non molla di un centimetro, pur soffrendo fino alla fine – ha detto il portiere azzurro – Grandissimo merito agli avversari,o che ci hanno messo in grande difficoltà. In finale Inghilterra o Danimarca? Ora godiamoci questa serata, da domani ci penseremo”.

 “E’ stata la partita più difficile che abbia mai giocato”. Lo ammette Leonardo Bonucci, dopo la qualificazione alla finale. “Complimenti alla Spagna. Ancora una volta questa squadra ha dimostrato la resilienza che contraddistingue noi italiani. E’ una gioia sofferta e quindi ancora più bella. Adesso manca quel centimetro e bisogna recuperare per fare l’ultimo passo. Non dobbiamo accontentarci, dobbiamo essere qui tra cinque giorni con la stessa cattiveria per vincere questa coppa che ci manca da 50 anni”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *