Governo riduce misure anti Covid ma rimane green pass per sale gioco, Bingo e casinò

85 0

Comincia l’allentamento delle misure anti-Covid e la prima conseguenza riguarda l’uso del green pass che non è più necessario per molte attività per le quali fino a ieri era indispensabile. Tuttavia fino al 30 aprile è ancora necessario il green pass rafforzato per: 

  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra e di contatto, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso, spazi adibiti a spogliatoi e docce. Sono però escluse dall’obbligo di certificazione gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità; 
  • convegni e congressi; 
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, attività che si svolgono al chiuso con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi e le relative attività di ristorazione; 
  • feste di ogni tipo, anche quelle conseguenti alle cerimonie civili o religiose; 
  • sale da gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò; 
  • – attività che si svolgono in sale da ballo, discoteche e locali assimilati; 
  • – spettacoli aperti al pubblico e competizioni sportive al chiuso.

Per assistere a eventi sportivi all’aperto serve il green pass base e bisogna indossare la mascherina FFP2. Quest’ultima è ovviamente obbligatoria anche nei palazzetti dello sport, dove però serve ancora anche il green pass rafforzato, perché sono luoghi chiusi.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.