Green pass: obbligatorio a Scuola e sui mezzi a lunga percorrenza

151 0

Da oggi, mercoledì primo settembre, sarà obbligatorio esibire il Green pass per accedere a treni, aerei, autobus lunga percorrenza e traghetti. Inoltre anche il personale scolastico e universitario e gli studenti devono possedere il green pass. Il mancato rispetto del requisito è considerato, infatti, assenza ingiustificata e a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso.

Fino ad oggi il Green pass, entrato in vigore il 6 agosto scorso, ha consentito di mangiare al ristorante al chiuso; assistere a spettacoli, eventi e competizioni sportive; visitare musei e mostre, accedere alle piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, a sale gioco, sale scommesse, casinò e sale Bingo, oltre che a matrimoni e cerimonie.

Il certificato non verrà invece richiesto sui trasporti pubblici urbani, come autobus, tram, metro e funicolari cittadine, e ne sono esentate anche le persone che salgono sui treni regionali. Non è necessario neanche sui traghetti tra Messina e Reggio Calabria, che sono considerati trasporto pubblico locale. Nelle grandi stazioni sono stati rafforzati i controlli ai tornelli che consentono di accedere ai binari, mentre in tutte le altre situazioni verificare il possesso del Green Pass sarà compito del personale di bordo.

Previste per oggi manifestazioni no vax nelle stazioni di decine di città italiane per protestare contro l’introduzione dell’obbligo del Green Pass per viaggiare sui trasporti a lunga percorrenza. La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha sottolineato che «non saranno ammesse illegalità in occasione delle iniziative di protesta nei pressi delle stazioni ferroviarie pubblicizzate sulla rete».

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *