Green pass obbligatorio per stadi, concerti, palestre e spettacoli. Salvini contrario

263 0

Si discuterà in una cabina di regia, prossima settimana, sulla possibilità di rendere obbligatorio il green pass per entrare in luoghi dove possono crearsi affollamenti. Ovunque ci sia un affollamento il green pass sarà obbligatorio. E ciò renderà possibile far entrare un maggior numero di persone negli stadi, ai concerti, nelle sale degli spettacoli addirittura raggiungendo la capienza del 100 per cento. Indispensabile anche per partecipare a eventi pubblici e convegni.
Confermato per i banchetti che seguono le cerimonie civili o religiose. In questo caso i controlli non possono essere affidati, almeno per il momento, ai gestori dei locali ma sono possibili verifiche da parte delle forze dell’ordine e per chi non dimostrerà di essere in regola scatterà la contravvenzione. Tuttavia l’obbligatorietà del green pass sarà un decreto a deciderlo. All’interno della maggioranza la discussione è aperta sulla lista delle attività dove sarà indispensabile avere la certificazione per dimostrare di essere vaccinati, oppure essere guariti, oppure avere un tampone negativo nelle 48 ore precedenti. Preoccupa la risalita dei contagi (ieri 2.455 i nuovi casi e 9 decessi) mentre il tasso di positività torna a 1,3% a causa della variante Delta. La Sicilia ha deciso di blindarsi con ordinanze che impongono tamponi a chi arriva dall’estero.

Contrari al green pass obbligatorio i leader della Lega, Matteo Salvini, e Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, attualmente non ancora vaccinati. “Ne parleremo se e quando ce ne sarà la necessità. Adesso chiediamo attenzione e rispetto delle regole, però non possiamo terrorizzare la gente prima del tempo. Quindi se ce ne sarà la necessità, vedremo se investire in sicurezza” ha dichiarato Salvini. I parlamentari del MoVimento 5 Stelle chiedono invece di considerarlo «la soluzione solo in caso di un sensibile aumento dei contagi, allo scopo di evitare una nuova stagione di chiusure e restrizioni”, ma ritengono “imprescindibile introdurre anche la gratuità dei tamponi”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *