Il Governo avanza stime nella relazione tecnica sul Decretone: raccolta slot in calo del 1,5% + 131mln l’anno da aumento tassa 10eLotto

231 0

Il Governo avanza le sue stime nella relazione tecnica al Decreto su reddito di cittadinanza e quota 100. Secondo quanto previsto il giro di vite sulle slot determinerà un calo della raccolta dell’1,5%; a conti fatti “Il maggior gettito stimato è quindi pari a circa 154 milioni di euro su base annua”. Nella relazione si ricorda che il decreto aumenta l’aliquota sulle awp dello 0,65% che, tenuto conto dell’incremento dell’1,35% che era stato disposto dall’ultima legge di Bilancio, “porta al 2% l’incremento complessivo, quindi da 19,25% a 21,25%. Considera quindi la raccolta per il 2018 pari a 24,1 mld di euro che corregge in diminuzione, per effetto della riduzione del pay out, con una percentuale dell’1,5%; pertanto la base di calcolo è pari a 23,7 mld di euro”.

Invece, l’aumento dell’aliquota della tassa sulle vincite sul 10eLotto porterà nelle casse dello Stato circa 131 milioni di euro l’anno. In particolare, si ricorda che la tassa sulle vincite del “10eLotto” nel 2018 ha generato un gettito di circa 350 milioni di euro, “per l’anno in corso, in ragione della decorrenza al 1° luglio 2019, stima un incremento di gettito pari a circa la metà, cioè 66 mln di euro”. Il termine del 1° luglio è stato scelto “perché occorre un congruo periodo di tempo al fine dell’implementazione delle necessarie modifiche dei sistemi di gioco con riferimento sia agli aspetti di elaborazione e contabili, sia in relazione alla necessità di rivedere le quote (moltiplicatori) delle vincite al fine di garantire premi netti di importo pari a 1 euro o multipli (per evitare vincite con parti centesimali)”. Inoltre, secondo la stima, l’aumento di tassazone non avrà effetti sulla raccolta: già con il decreto legge 50 del 2017 (Disposizioni urgenti in materia finanziaria) l’aliquota era passaata dal 6 all’8%. Ma nonostante questo “il gioco “10eLotto” dall’anno di istituzione segna costantemente un significativo incremento di raccolta, rimasto costante anche nell’anno 2018″.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *