Il progetto ‘Game over’ trasforma una vecchia sala giochi illegale in luogo di prevenzione. Villarosa: “Serve a far capire che il gioco è un disturbo pericoloso”

208 0


Si chiama ‘Game over’ il progetto che ha convertito una vecchia sala di Ostia che operava illegalmente, controllata dalla criminalità organizzata in luogo adibito all’attività di prevenzione. Un altro esempio di bene confiscato alla mafia diventato bene comune.

“Si lavora per prevenire e contrastare il disturbo da gioco d’azzardo coinvolgendo famiglie, scuole e associazioni. Combattiamo questa piaga con tutte le nostre forze. Una sala slot che serviva a fare soldi sporchi, adesso è un laboratorio vivente che serve a far capire perché il gioco d’azzardo è un disturbo pericoloso”. Così ha spiegato il progetto Alessio Villarosa, sottosegretario al Mef con delega ai giochi.
“Un gioco dove c’è vincita in denaro senza controllo dello stato è un’attività illegale – spiega il senatore del M5S Pierpaolo Sileri nel video che illustra il progetto – così come illegale il gioco per i minorenni”. 
“Questa sala giochi – ha aggiunto Luigi Gaetti, sottosegretario al ministero dell’Interno – è stata sottratta alla criminalità organizzata”.
“Con la nostra presenza qui – ha aggiunto – Vittoria Baldino, deputata del Movimento 5 stelle – testimonia la presenza dello Stato ad attività che fanno bene al territorio”. 

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *