La Lotteria degli scontrini diventa più smart e veloce senza il codice a barre

200 0

La Lotteria degli scontrini diventa più smart e veloce. Nella nuova versione non servirà più comunicare all’esercente il codice lotteria e tutti potranno partecipare a prescindere dall’averlo detto o meno all’atto dell’acquisto. E’ questa la novità per il rilancio della Lotteria degli scontrini previsto nel pacchetto di regole fiscali che il Governo è pronto a varare in attuazione del Pnrr – il Piano nazionale di ripresa e resilienza  approvato nel 2021 dall’Italia per spingere la ripresa economica dopo la pandemia di Covid-19.

Un rilancio che, nell’ottica di incrementare i pagamenti digitali, passa attraverso la semplificazione: eliminare il codice a barre da presentare alla cassa che identifica il concorrente alla lotteria.

Il sistema di cui si parla nella sostanza è un Qr code che viene stampato sullo scontrino rilasciato dall’esercente all’atto dell’acquisto – di  beni e servizi di almeno 1 euro pagati con strumenti elettronici – e che poi si valida con l’App Gioco legale dell’Agenzia accise, dogane e monopoli. Validazione che, entro un certo lasso di tempo, si può fare anche dopo essere usciti dal negozio.

Una semplificazione non da poco, quindi, che permetterà alla Lotteria degli scontrini di diventare “virale”, e che si inserisce nel rinnovamento tecnologico promosso dall’Agenzia Dogane e Monopoli. Il nuovo sistema infatti ricalca quello adottato per il SuperEnalotto, che dall’ottobre 2021 ha introdotto la tipologia di vincita immediata “WinBox 2”. I risultati di questo ultimo gioco mostrano una partecipazione molto ampia: i dati dimostrano infatti che circa il 40 percento di tutte le giocate partecipa al nuovo gioco da quanto è entrato in esercizio. In questo caso, all’estrazione si può partecipare inquadrando il Qr-code presente sulla ricevuta di gioco con l’App SuperEnalotto oppure inserendo il codice a 22 cifre della ricevuta di gioco nell’area dedicata del sito www.superenalotto.it. Le giocate effettuate tramite il canale a distanza partecipano automaticamente all’estrazione dei premi.

A ideare entrambi i sistemi Stefano Saracchi, direttore Giochi di Adm che sta innovando le tecnologie nel settore del gioco realizzando complessivamente entrate erariali per oltre 10 miliardi l’anno.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.