L’augurio di Celin a L’Abbate: “Per il rilancio dell’ippica le parole non servono più”

219 0

A dare il benvenuto al neo delegato allo sport dell’Ippica, già sottosegretario Mipaaf, Giuseppe L’Abbate, è Sergio Celin, portavoce del Comitato padovano contro il doping e la macellazione dei cavalli da corsa. “Ho accolto con molta fiducia la sua nomina da parte del Ministero delle Politiche Agricole – scrive Celin a L’Abbate – Non Le nascondo che le aspettative di tutti gli ippici perbene sono moltissime nei suoi riguardi perchè, era dai tempi del ministro Luca Zaia, che una persona competente e profonda conoscitrice del cavallo e del suo mondo non ricopriva questo fondamentale ruolo nelle istituzioni dello Stato! Come prima cosa mi auguro che riesca nel “miracolo” di organizzare un valido e responsabile (le parole ormai non SERVONO piu’!) gruppo di lavoro che potrebbe chiamarsi: “Comitato per il rilancio dell’Ippica ed il benessere del Cavallo” al contrario delle varie “Taske force” di un recente passato (che sanno tanto di “guerra”…). Un tavolo dove poter riunire tutte le rappresentanze del variegato mondo ippico: ippodromi, proprietari, allevatori, guidatori, fantini, ostacolisti, veterinari, allenatori, artieri, maniscalchi (pochi conoscono i cavalli come queste due ultime categorie di lavoratori!) e, non ultima, l’Associazione protezionistica “Horse Angels”, nella figura della dott.ssa Roberta Ravello, profonda conoscitrice ed esperta di cavalli e da anni impegnata nella lotta al doping e nella tutela del fine carriera dei cavalli da corsa! Se veramente si vuole il bene dell’Ippica e dei Cavalli – conclude Celin – bisogna lasciare da parte le varie ideologie partitiche, le storiche ma incomprensibili gelosie, invidie, rivalità, egoismi, protagonismi, ecc., che oggigiorno non hanno più alcuna ragione di esistere dal momento che non esiste più alcun “orticello” da coltivare e tutelare ma l’Ippica e’ circondata ormai solamente da terra arida! Vediamo chi ha il coraggio di raccogliere questa sfida e se almeno per una volta, il cuore riesce a sconfiggere la stupidità e l’arroganza, che albergano solo nell’animo umano ma dalle quali i Cavalli, (per loro fortuna), ne sono immuni!”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *