Marsala, 55enne condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere per mancato versamento Preu

56 0

Condannato a due anni e otto mesi di carcere per mancato versamento del Preu. L’accusa del Tribunale di Marsala nei confronti di un 55enne, rappresentante legale di un’attività di gioco, è quella di peculato. All’uomo, originario di Palermo, ma residente a Marsala, per il quale il pm aveva chiesto 4 anni, è stato contestato di non avere versato, nella sua qualità di “incaricato di pubblico servizio in quanto gestore per conto del concessionario Hbg Connex nella raccolta dei proventi di attività di gioco di azzardo a mezzo delle apparecchiature ‘slot machines’ autorizzate e collocate nei propri esercizi commerciali”, la somma (76.057 euro) dovuta allo Stato quale prelievo erariale unico per l’anno 2015. L’uomo avrebbe dovuto versare la somma, di cui, per altro, aveva la disponibilità, al concessionario, che poi, a sua volta, come disposto dalla ‘legge di stabilità’ 2015, avrebbe provveduto al versamento in favore delle casse dello Stato, appropriandosi quindi della quota di incassi nel gioco d’azzardo spettante all’Erario (https://www.tp24.it/2021/11/25/cronaca/condannato-il-titolare-di-una-sala-slot-di-marsala-ecco-perche-nbsp/171131).

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *