Miami-Dade, truffa da 5,3mln di dollari al casinò

203 0

Ben 63 capi d’accusa per i quattro ex dipendenti del Miccosukee Resort & Gaming nel Miami-Dade occidentale (https://therealdeal.com/miami/2019/08/07/feds-look-to-seize-properties-tied-to-miccosukee-embezzlement-scheme/) e i loro quattro complici. Secondo i procuratori federali avrebbero rubato più di 5 milioni di dollari in quattro anni dal casinò grazie a una geniale truffa informatica. L’indagine è stata condotta dall’FBI con l’assistenza del Dipartimento di Polizia di Miccosuke. Situato a Miami-Dade, il Miccosuke Resort & Gaming è una struttura di gioco d’azzardo tribale gestita dalla Tribù di Indiani Miccosuke della Florida. La proprietà presenta oltre 2.000 slot e una sala bingo. Tra i capi di accusa anche quello di riciclaggio di denaro: secondo gli inquirenti gli indagati usavano denaro rubato al casinò per acquistare beni immobili, veicoli, proprietà di investimento e piani di risparmio per l’università in Florida.

Gli ex dipendenti del resort avrebbero manomesso le slot e generato false quantità di “monetine inserite” per ottenere “falsi” buoni di credito.La reale manomissione delle macchinette riguardava la connessione di un’estremità di un cavo ad un particolare dispositivo in una slot predisposto a riconoscere le monetine. Gli uomini a quel punto collegavano l’altra estremità dello stesso cavo ad un’altra superficie metallica della macchinetta, causando la generazione di false quantità di monetine inserite. Per evitare di essere scoperti, i dipendenti eseguivano un reset totale o una pulizia della RAM delle slot, cancellando la cronologia delle quantità di false monetine inserite. Infine cambiavano i falsi buoni di credito con denaro contante agli sportelli Bancomat del casinò o convertivano alcuni buoni in contanti presso i cassieri della stessa sala da gioco. Lo truffa è durata per più di quattro anni.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *