Modena: quattro nuovi specialisti per la lotta contro la ludopatia

234 0

Modena – Arrivano quattro nuovi specialisti ad allargare il team che si occupa della prevenzione e contrasto del gioco d’azzardo patologico. Tutto questo per merito dei mezzi assegnati dall’Azienda Usl di Modena e provincia dal programma di lotta contro la ludopatia. I professionisti tre sono psicologi, uno per l’Area Nord, uno per l’Area Centro e uno per l’Area Sud, già in attività, più un tecnico della riabilitazione psichica, che pratica in modo trasversale.

Nuovo input, quindi, ai numerosi progetti già in atto, con una più vicina collaborazione tra Impresa sanitaria ed Enti Locali per prevenire e combattere la piaga sociale che il gioco d’azzardo patologico provoca e nel quale può al tempo stesso aumentare e espandersi. Secondo press giochi.it sono molti i provvedimenti in programma, dagli atti di prevenzione e sensibilizzazione volte alla cittadinanza alla promozione della comprensione del fenomeno e dei pericoli legati all’ambito scolastico, passando per l’ausilio della formazione specifica: personale sanitario, educativo, sociale e degli enti territoriali assieme per realizzare un’organizzazione “competente”, capace di accettare prematuramente il fenomeno.

“In campo sanitario, lo scopo è fortificare la cura completa sanitaria e sociale per gli utenti e le proprie famiglie – precisa Giorgia Pifferi, coordinatrice del progetto sul gioco d’azzardo alla Ausl di Modena. E’ fondamentale evidenziare come tutti gli atti sono ideati, programmati e creati tramite organizzazioni del territorio che vedono coinvolgere i vari attori istituzionali ma anche gli enti del gruppo del territorio e gruppi di supporto mutuo aiuto”.

Più di 150 utenti nella lotta contro la ludopatia

Il programma per la lotta contro il gioco d’azzardo patologico ha visto nel 2017 la presa in carico di più di 150 persone (di cui 62 nuovi ingressi) da parte del SerT di provincia. Generalmente, la fascia d’età più significativa a è quella degli over 60, con una grande prevalenza maschile che però è più evidente tra i teenager e i giovani adulti. Le nuove slot (incluse slot machine e videopoker) si dimostrano le più usate dai giocatori in carico ai SerT; in crescita rispetto al 2017 chi preferisce lotterie immediate, scommesse sportive e Gratta e Vinci, mentre calano i giocatori di Lotto e Superenalotto. I dati sottolineano che dal 2006 le persone con diagnosi di ludopatia che si sono rivolte ai servizi Ausl di Modena sono purtroppo in aumento. I programmi personalizzati hanno concesso di migliorare qualità e durata della terapia delle persone seguite, sempre in ambito multidisciplinare, coinvolgendo famiglie come parte integrante della terapia stessa.

Katia Di Luna

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *