Mondiali Qatar: l’esclusione dell’Italia e gli insulti sui social. Verratti: “Ognuno di noi ha dato il massimo”

396 0

La grande delusione per l’esclusione dell’Italia dai mondiali del Qatar e gli insulti sui social ai calciatori. E’ quello che sta accadendo da quando gli azzurri hanno perso la partita di qualificazione con la Macedonia del Nord. “Non penso che il miglior modo sia di insultare tutti perché ognuno di noi ha dato il massimo (purtroppo non è bastato )”. E’ la risposta di Marco Verratti in un post su Instagram nel quale aggiunge: “Soprattutto i più giovani lasciateli tranquilli: se proprio volete insultate noi più ‘grandi’. Perché a volte ci si dimentica che siamo persone come tutte voi, persone normalissime e che le emozioni più grandi le ritroviamo nelle piccole cose. Quando si vince è facile ringraziare tutti. Io lo voglio fare oggi dopo una eliminazione che ci priverà della competizione la più bella ed emozionante per noi giocatori ma soprattutto per tutti i tifosi italiani nel mondo – scrive il centrocampista del Psg – Volevo ringraziare tutti, staff, giocatori e tutte le persone che lavorano con passione ed entusiasmo nella nazionale. Purtroppo la vita così come il calcio non va sempre di pari passo con le aspettative, obiettivi o sogni che ognuno di noi ha. La delusione adesso è grande – sottolinea – ma abbiamo già dimostrato che con il lavoro, la passione e il cuore tutto è possibile. Quindi nella vita o nel calcio che sia dopo una grande vittoria come quest’estate o dopo una grande sconfitta si deve continuare sempre a lottare. Il calcio è la nostra passione e sono sicuro che continueremo a dare il massimo per toglierci ancora delle soddisfazioni tutti insieme”. Intanto anche Gianluigi Donnarumma dal suo profilo Instagram fa sapere: “Volevamo partecipare al Mondiale, vivere le straordinarie emozioni che queste competizioni sanno dare, regalare sorrisi agli italiani che ci hanno accompagnati qualche mese fa alla conquista dell’Europeo. Purtroppo non sarà così, siamo molto delusi e sappiamo quanto tutti gli italiani lo siano, proprio come noi. Ma sappiamo anche che nel calcio come nella vita bisogna guardare avanti e rimettersi in gioco. Il nostro compito è riportare la nazionale dove merita e costruire fin da oggi, passo dopo passo, un futuro vincente. Forza Azzurri”.

La Redazione


   

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *