Nel messinese, scommesse illegali per oltre un milione di euro: 6 indagati

38 0

Ricostruito un sistema di raccolta scommesse che utilizzava siti esteri non autorizzati, debiti e vincite erano saldati con assegni e carte prepagate

La guardia di finanza ha notificato a sei persone di Patti, in provincia di Messina, un avviso di conclusione delle indagini, Le accuse sono, a vario titolo, di raccolta abusiva di scommesse, omessa presentazione della dichiarazione dei redditi e riciclaggio. L’importo di tutte le scommesse incassate illegalmente, che ammonta a oltre un milione di euro, è stato segnalato dai finanzieri all’Agenzia delle Entrate per il recupero delle imposte. Le indagini hanno ricostruito un sistema di raccolta di scommesse attraverso l’uso di siti esteri non autorizzati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. I responsabili, quattro dei quali appartenenti alla stessa famiglia, regolavano i rapporti con gli scommettitori tramite l’uso del contante e di ben 22 carte prepagate. In alcuni casi, inoltre, i finanzieri hanno appurato l’utilizzo di assegni bancari, per oltre 200.000 euro emessi dagli scommettitori per pagare i debiti. Questi, poi, provvedevano a girare gli assegni ad un altra persona indagata che incassava e ricaricava le carte prepagate intestate alla famiglia.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *