Parma, Tar Emilia conferma chiusura sala: “Destinazione d’uso differente”

245 0

Il Tar Emilia Romagna, Sezione staccata di Parma, ha respinto la richiesta di sospensiva di una sala giochi di Reggio Emilia contro l’ordinanza di ripristino della legittima destinazione d’uso emessa dal Comune. “Ad un primo sommario esame, gli esiti ispettivi sembrerebbero confermare l’effettivo esercizio di attività di gioco e scommesse all’interno dei locali in questione” scrive il Collegio nel provvedimento con cui ha negato la sospensiva. In sostanza, secondo il collegio, la sala era aperta in un locale che secondo il regolamento urbanistico aveva destinazione d’uso B1 (Esercizio commerciale di vicinato) pur svolgendo un’attività ludico-ricreativa con problematiche di impatto (classificata come B17). “Il mutamento di destinazione, ancorché all’interno della medesima categoria funzionale B, pare essere inibito in ragione dell’effettiva (e già descritta) attività ivi esercitata”, osserva ancora il Tar.

Fonte: Agimeg – A. Bargelloni

 

 

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *