Più sicurezza nel mondo del gioco: nel 2020 tessera sanitaria per le slot

506 0

Aumenta il livello di sicurezza del consumatore nel mondo del gioco. Lo ha spiegato Antonio Giuliani, direttore dell’ufficio Apparecchi dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel suo intervento all’Acmi Interactive di Roma. La grande novità è l’introduzione, a gennaio del prossimo anno, della tessera sanitaria per l’utilizzo delle slot.

“Si è appena concluso l’iter comunitario della normativa tecnica che prevede l’introduzione della tessera sanitaria e non avendo ricevuto alcuna comunicazione di osservazioni, ciò vuole dire che la norma può essere adottata. Cosa che avverrà nei prossimi giorni in modo tale da poter consentire l’introduzione del lettore di tessera sulle vlt a partire dal primo gennaio 2020, come previsto dalla legge” ha dichiarato Giuliani. “Si tratta – ha aggiunto il manager AdM – di una misura che va a rafforzare il livello sicurezza e, in particolare, l’idea di un maggiore controllo e la percezione dell’opinione pubblica di una maggiore sicurezza visto che le sale Vlt si trovano comunque in ambienti di gioco dedicato nei quali non possono accedere i minori”. L’introduzione della tessera non servirà alla piena identificazione del giocatore ma solamente a rilevare la maggiore età.

“Quello che emerge parlando e ascoltando i dibattiti relativi al gioco pubblico è sempre il tema della percezione, completamente distorta, che ha l’opinione pubblica del mondo del gioco – ha sottolineato Giuliani- Nonostante il surplus di norme e di leggi il gioco appare oggi quasi in preda a una derelegulation, che invece non esiste nei fatti. Ma se la percezione è quella di cui parliamo oggi, allora vuol dire che c’è un problema o quanto meno che non si sia fatto abbastanza nel comunicare e valorizzare le virtù di un sistema come quello del gioco pubblico che è in grado già oggi di garantire alto livello di sicurezza. Adesso ci saranno delle nuove misure mirate a incrementare ulteriormente il livello di sicurezza e sono sicuramente le benvenute, perché la sicurezza non si deve mai accontentare ma dovranno servire soprattutto a migliorare anche la percezione all’esterno”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *