Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale l’ approvazione al Piano nazionale anticorruzione.

100 0

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana la delibera 21 novembre 2018 dell’Autorità Nazionale Anticorruzione riguardante l’ “Approvazione definitiva dell’aggiornamento 2018 al Piano nazionale anticorruzione”. 

In particolare, per quanto concerne il settore del gioco, si specifica: “L’Agenzia delle Dogane e Monopoli inoltre esercita il ruolo di presidio dello Stato nei settori dei giochi e dei tabacchi, attraverso la riscossione dei tributi, il contrasto agli illeciti e la gestione del mercato mediante concessioni e atti regolamentari. […]La molteplicità della tipologia di materie di competenza dell’Agenzia (dogane, accise, tabacchi e giochi) rende molto variegato sia il contesto esterno degli stakeholders sia il contesto interno dei vari Uffici preposti. […]Tra i processi considerati maggiormente esposti ai rischi di comportamenti illeciti e corruttivi, vi sono quelli attinenti ai procedimenti di verifica e controllo nei diversi ambiti di competenza (dogane, accise, giochi e tabacco), alle autorizzazioni e alle concessioni, allo sgravio o rimborso dell’imposta sul valore aggiunto per i soggetti domiciliati o residenti fuori dall’U.E., ai sensi dell’art. 38-quater del d.P.R. n. 633/1972”. Per quanto concerne il sistema dei controlli “Nel settore monopoli, i controlli sono relativi al regolare adempimento degli obblighi tributari e degli obblighi e divieti in vigore per i comparti del tabacco e dei giochi pubblici. […]Nel settore dei giochi e dei tabacchi lavorati, l’Agenzia dispone del sistema integrato dei controlli (S.I.C.), un’applicazione informatica che realizza l’automatizzazione dei processi di controllo mediante la gestione di un flusso procedurale in cui ogni fase è predefinita e sono registrate in tempo reale le informazioni necessarie per il monitoraggio, in ambito sia territoriale sia centrale, delle attività di verifica e controllo svolte dagli operatori. Il SIC, a cui possono accedere solo i dipendenti abilitati, consente anche di rendere più efficace l’azione di contrasto agli inadempimenti amministrativi e tributari, attraverso la verifica dell’operato dei soggetti appartenenti alla rete di vendita dell’area monopoli”. Sulle autorizzazioni e concessioni: “Nel settore dei monopoli, gli atti adottati dall’Agenzia presentano invece le caratteristiche della tipica concessione amministrativa. In particolare, l’esercizio del gioco pubblico in Italia è basato sulla concessione di servizio che l’amministrazione affida al privato, scelto con procedura a evidenza pubblica nel rispetto della normativa comunitaria, mantenendo la p.a. un forte potere di controllo”.  L’Agenzia verifica, fra l’altro, su istanza del concessionario, la idoneità delle sale destinate all’installazione degli apparecchi videoterminali dei sistemi di gioco vlt (Video Lotteries Terminal). La procedura di collaudo delle sale vlt, ove risultino superati i test previsti, si conclude con il rilascio del certificato di idoneità. Nel Ptpc dell’Agenzia tale attività, inserita nell’ambito delle autorizzazioni/concessioni, è considerata esposta a rischio corruttivo per la discrezionalità nella valutazione dei presupposti.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *