Riapertura comparto gioco? Unica possibilità un dpcm apposito

159 0

La possibilità di riapertura per il gioco legale pare essere appesa a un dpcm. Oggi sarà attenzionato dal Consiglio dei Ministri il decreto Covid su riaperture dal 26 aprile e pass vaccinale. Tra le novità ok a visite ad amici e parenti in zona gialla e arancione nel limite di quattro persone. Questo tipo di spostamento non è invece consentito nei territori che si trovano in fascia rossa. Via libera anche al Pass verde per gli spostamenti. Per gli spostamenti in una regione di diverso colore sarà necessario avere invece la certificazione verde, che attesterà l’avvenuta vaccinazione o l’eventuale guarigione dal Covid-19, oppure proverà la negatività al tampone molecolare o antigenico. Resta il coprifuoco. 

Il nuovo decreto legge fissa il calendario delle riaperture, a cominciare appunto dal 26 aprile fino al primo luglio. Per quanto riguarda l’amusement  all’articolo 9 si legge che “dal 1° luglio 2021 sono consentite in zona gialla le attività dei centri termali” e anche “le attività dei parchi tematici e di divertimento”, mentre l’articolo precedente consente, sempre dal 1° luglio e in zona gialla, “lo svolgimento in presenza di fiere”. E il comparto gioco pubblico? Nessun cenno se non il riferimento alla possibilità di adottare “delle misure di contenimento” attraverso dei dpcm, “sentiti il Ministro dell’interno, il Ministro della difesa, il Ministro dell’economia e delle finanze e gli altri ministri competenti per materia, nonchè i presidenti delle regioni interessate, nel caso in cui riguardino esclusivamente una regione o alcune specifiche regioni, ovvero il Presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome, nel caso in cui riguardino l’intero territorio nazionale”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *