“Run to win”, vincere il gioco d’azzardo si può

267 0

Si è tenuta il 9 settembre in Romagna a Longiano (Forlì-Cesena), la corsa tutta italiana per sensibilizzare sui rischi e le gravi conseguenze connesse al fenomeno del gioco d’azzardo. Organizzata dall’Associazione InSè con l’obbiettivo di “promuovere la salute psicofisica, il benessere, la consapevolezza e la conoscenza rispetto al disagio e alla sofferenza umana anche in relazione a comportamenti additivi, all’uso di sostanze psicotrope, al loro utilizzo ricreativo-terapeutico e al loro confine con la legalità, secondo un modello di riduzione del danno e del rischio”, per il terzo anno consecutivo si occuperà di dare le opportune indicazioni fornendo altresì un valido supporto ai soggetti preda della ludopatia.

Libertà, questa la parola d’ordine, libertà di allontanarsi dalla solitudine e dalla maniacale necessità di giocare sempre e comunque. Lo sport assume una dimensione ampia dove spirito di sacrificio e determinazione consentono di prendere consapevolezza sulla vittoria da intendersi nelle gare come nella vita. Tre i tracciati previsti per tanti premi da consegnare a squadre, donne, uomini. Tutti in competizione per dire ad alta voce che il gioco, qualsiasi esso sia, deve essere solo e sempre libertà.

Giancarlo PORTIGLIATTI B. – articolista freelance

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *