Softbet24: l’emendamento proposto ci permette di proseguire sulla giusta strada di legalità intrapresa

613 0

La società Sofbet24 accoglie con favore l’emendamento proposto che prevede l’estensione della procedura di regolarizzazione per coloro che non hanno potuto aderire alle due precedenti sanatorie.

Già nei giorni scorsi – fa sapere Ugo Cifone Direttore della Comunicazione SoftBet24 – il Book austriaco aveva inoltrato ufficialmente ad ADM la propria disponibilità ad aderire ad una nuova procedura di regolarizzazione in attesa del bando di gara per l’assegnazione delle concessioni.

Secondo la dirigenza della società Softbet24 l’emendamento permette a coloro che sono nati dopo la legge di stabilità di poter entrare nel mercato regolamentato italiano eliminando ogni forma di discriminazione.

I centri affiliati al brand, che attualmente operano ai sensi del comma 644 della legge di stabilità, hanno l’opportunità di poter richiedere il titolo autorizza-torio entrando nel mercato regolamentato.

La società Sofbet24, pertanto, comunicherà all’indomani della promulgazione della Legge, il numero delle autorizzazioni a richiedersi provvedendo ad adempiere a tutte le formalità richieste per la procedura.

Sulla questione è intervenuto il General Manager (Valerio Tito) che ha dichiarato: “Ho sempre creduto nel percorso di regolarizzazione per i nostri centri e quindi ben venga questa nuova apertura al condono fiscale.

La nostra azienda in pochi mesi ha fatto passi da gigante (N.D.R. inizio progetto 1 giugno 2017) mostrando evoluzioni sotto ogni aspetto: tecnologico dei nostri software, piani provvisionali, quote altamente competitive, proposte di gioco sempre all’avanguardia e assistenza fiscale (pagamento imposta unica) e legale con ottimi risultati anche dagli ultimi controlli effettuati presso i nostri Centri da parte di ADM.

Nei miei precedenti meeting – spiega Cifone – ho sempre prospettato una nuova apertura verso marzo 2018, e cosi spero che sarà poiché il nostro lavoro in coordinamento con le istituzioni deve essere sempre ispirato alla legalità, al rispetto e sotto vigilanza. Non voglio dilungarmi su precedenti espressioni di Book i quali ancora una volta dimostrano il loro iter prettamente da Punto Com illegale senza versamento di tasse nel paese dove operano e traggono profitti dai contribuenti italiani, ma più volte ho ribadito che chi realmente ha voglia di stare al passo e diventare un vero concessionario AAMS, deve rispettare le leggi italiane, territorio dove opera e vuole eventualmente fare ‘Business’, se pur a discapito di tanti CTD che ad oggi vedo abbandonati a un destino sempre più penoso.

In questi giorni ne ho sentite di notizie, e sono davvero sconcertato da come viene affrontata una nuova sanatoria che per noi credo sia l’unica e vera chance di poter entrare in Italia, e quindi le nostre previsioni erano quelle giuste.

In questi mesi vaglieremo tutte le richieste di affiliazione come già facciamo ogni giorno per poter portare il numero giusto di centri a fare un passo che per loro dovrà essere un ‘condono’ per le loro precedenti attività svolte in maniera non rispettosa delle regole di ADM.

Attendiamo – conclude Cifone – gli ulteriori risvolti prima che diventi legge la proposta fatta ieri dal Governo.

Riceviamo nota (PressGiochi) e pubblichiamo

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *