Sopralluogo Mipaaf: ippodromo Caprilli in buone condizioni. Salvetti: “Tanto rumore per niente”

115 0

Dopo tante polemiche e le criticità segnalate da molti sulle condizioni dell’ippodromo Caprilli di Livorno, arriva l’esito del sopralluogo effettuato nella struttura dai commissari del ministero delle Politiche agricole il 30 giugno. “Pista in buone condizioni con superficie regolare livellata e omogenea, manutenzione delle scuderie buona, arredi al loro posto, strumentazione tecnologica presente e funzionante, spazio dedicato al pubblico in ottime condizioni. Solo due le prescrizioni: una legata alla sirena, il cui suono dovrà essere adeguato; l’altra relativa ai lavori sull’impianto elettrico sui generatori e sui gruppi di continuità che tra l’altro sono stati già ultimati. Insomma, tanto rumore per niente”. Sono le parole al vetriolo del sindaco di Livorno, Luca Salvetti, che ha aggiunto: “La ripresa delle attività Caprilli ha inspiegabilmente sollevato una serie di perplessità di alcuni addetti ai lavori o di alcuni commentatori che avevano dimenticato che il Caprilli dieci mesi fa era una giungla e un luogo abbandonato all’incuria. Il lavoro dell’amministrazione comunale è stato articolato e incisivo tanto da riscuotere l’ok del Ministero già nell’estate scorsa, il lavoro del gestore Sistema Cavallo è stato serrato e coraggioso. Insomma, il Caprilli sta benone con buona pace anche dei detrattori colorati politicamente che sperano sempre in qualche intoppo per orchestrare attacchi strumentali che purtroppo hanno alla base la perdita di vista dell’interesse della città. Andiamo avanti con entusiasmo, consapevoli che da parte di tutti debba continuare l’articolato lavoro di miglioramento della struttura che personalmente penso non finirà mai e che ci vedrà parte attiva insieme al Ministero al gestore e a tutti gli operatori del settore, ma consapevoli e orgogliosi anche di aver restituito alla città un bene inestimabile”.

Intanto secondo quanto riporta Gioconews, “La Corte dei conti e l’Ubc – Ufficio banca credito del ministero dell’Economia e delle finanze a breve daranno il parere, quindi entro qualche giorno è atteso il decreto del direttore generale, Oreste Gerini, per sbloccare i fondi previsti per gli ippodromi di nuova apertura”. Si tratta delle risorse previste dalla legge di Bilancio 2022 e incrementate dal decreto legge Sostegni ter per il Caprilli di Livorno e La Favorita di Palermo: sul piatto ci sono 8 milioni di euro (4 nel 2022 e 4 nel 2023), fondamentali per assicurare un futuro ai due impianti. Dal Mipaaf fanno sapere che le intenzioni sono di liquidare tutto il 2021 e la prima trance del 2022″.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.