Svolta caso Galizia Caruana. Muscat reo confesso, condanna a 15 anni

144 0

Svolta del caso Caruana. Uno dei tre uomini accusati di essere i sicari dell’omicidio della giornalista maltese Daphne Galizia Caruana, nel 2017, si è dichiarato colpevole. E’ Vince Muscat, come riporta l’Ansa,  il pentito detto ‘Il-Kohhu’ che, per la prima volta dall’inizio del processo, si è dissociato dai complici e si è dichiarato colpevole. Le sue ultime dichiarazioni hanno anche permesso l’arresto di tre persone sospettate di aver fornito la bomba che ha ucciso la giornalista. Lo riportano i media maltesi. Per questo Muscat è stato condannato a 15 anni di detenzione. Lo riportano i media maltesi mentre l’udienza è ancora in corso nel Tribunale della Valletta. Prima di emettere la sentenza, la giudice Edwina Grima ha chiesto a Muscat se intendesse ripensare la dichiarazione di colpevolezza. L’uomo, che ha cominciato a collaborare con la giustizia nella primavera 2019, ha confermato: “Non ce n’è bisogno”. Ricordiamo che con l’omicidio della giornalista maltese e l’arresto di Yorgen Fenech, accusato di essere il presunto mandante si è scoperto un vaso di Pandora. Al centro il gioco d’azzardo. Come riportava L’Avvenire “La riconducibilità di Fenech al gioco online con la 17 Black, fondo domiciliato a Dubai e collegato agli interessi di alti esponenti del gabinetto Muscat è emersa solo un anno fa grazie al lavoro del “Daphne project”, indagine giornalistica permanente, nata dalle piste aperte proprio dalla Caruana Galizia: nella primavera del 2017, la giornalista aveva denunciato sul suo blog ‘Running time’ l’esistenza di tale fondo segreto, senza tuttavia individuarne il titolare. Nel febbraio di quest’anno, la 17 Black è nuovamente uscita dall’ombra, accusata in Svezia di far parte di «un vasto network criminale» internazionale. La controllata L&L Europe Ltd è stata privata della licenza di gioco per i Paesi scandinavi”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *