Tar Sardegna, “Legittimi i limiti orari per slot e vlt a Cagliari

230 0

L’ordinanza del Sindaco di Cagliari, che da maggio 2017 limita a otto ore al giorno l’accensione di slot e Vlt, è legittima e non sproporzionata, inoltre il Sindaco non aveva l’obbligo di attendere la piena operatività dell’intesa Stato-Regioni per adottare il provvedimento. È quanto stabilisce una sentenza del Tar Sardegna, che ha respinto il ricorso di un operatore.
I limiti di otto ore – dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 23.00 – limitano l’iniziativa economica, ma sono «restrizioni volte a tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini», si legge nella sentenza, che ribadisce la legittimità costituzionale del provvedimento e ricorda come le limitazioni siano previste anche nelle norme comunitarie.
«Il Collegio ritiene che non vi siano elementi per considerare “sproporzionata” la nuova limitazione dell’orario», un atto che «costituisce espressione del generale potere del Sindaco di regolare gli orari degli esercizi commerciali». Inoltre, rilevano ancora i giudici, non è stata ritenuta valida la motivazione per cui il provvedimento del Sindaco avrebbe dovuto attendere la piena operatività dell’intesa Stato-Regioni in materia di riordino del gioco: il Sindaco non era tenuto ad «una “paralisi” dell’attività amministrativa di contrasto alla ludopatia», in particolare considerando che l’intesa «risulta allo stato attuale inefficace, in quanto non ancora recepita in apposito decreto del Ministro dell’Economia come espressamente richiede la richiamata norma di legge».
Il limite di chiusura per sei ore al giorno, contenuto nell’accordo, è attualmente «inefficace, come lo è l’intera Intesa proprio perché non ancora recepita nel decreto ministeriale».
Fonte: Agipronews
A. Bargelloni

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *