USA, arriva l’Apple card…ma non per il gioco d’azzardo!

400 0

Non solo la Macquarie Bank australiana (http://cifonenews.it/macquarie-bank-vieta-luso-delle-carte-per-il-gioco-dazzardo/) ma anche Apple dice no al gioco d’azzardo. L’elegante carta di credito realizzata dal colosso informatico americano in partnership con Goldman Sachs, appena uscita sul mercato USA, non potrà infatti essere utilizzata per scommettere o acquistare bitcoin e altre criptovalute.

Nell’accordo pubblicato da Goldman con Apple si specifica che non sarà consentito “anticipo di denaro e altre transazioni in contanti, inclusi acquisti di mezzi equivalenti quali assegni di viaggio, valuta estera o criptovaluta; vaglia; trasferimenti peer to peer, bonifici o simili transazioni di contanti; biglietti della lotteria; gettoni di gioco d’azzardo di casinò (sia fisici che digitali), o puntate su gare di corse o simili transazioni di scommesse”. Nonostante i tassi d’interesse per la Apple Card vadano da 13,24% al 24,24%, in base all’affidabilità creditizia degli utenti, la nuova carta offre ritorni di cassa giornalieri per acquisti fatti con la stessa. Gli utenti che acquistano beni direttamente da Apple o fanno acquisti sull’App Store, inclusi acquisti in-app, avranno pertanto un ritorno del 3% dell’importo della transazione. Le transazioni di acquisto Apple Pay restituiranno il 2% dell’importo della transazione, mentre per tutti gli altri acquisti ci sarà un ritorno dell’1% dell’ammontare della transazione.

Grande delusione invece per tutti coloro che avrebbero voluto usare l’Apple card per fare acquisti collegati al gioco d’azzardo e che dovranno farne a meno.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *