Cina e Filippine unite contro il gioco d’azzardo online

405 0

“Spero che le Filippine vadano avanti e vietino ogni gioco d’azzardo online”. Lo ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri cinese Geng Shuang esprimendo ammirazione per la decisione presa dal governo filippino di non accettare più richieste di licenza per attività di gioco d’azzardo online (http://cifonenews.it/dopo-la-cambogia-anche-le-filippine-bloccano-rilascio-delle-licenze-di-gioco-online/). E’ di qualche giorno fa la notizia che, dopo la Cambogia, l’ente regolatore del gioco d’azzardo delle Filippine, PAGCOR, ha smesso di accettare nuove richieste per licenze ai sensi del programma Operatore di Gioco d’Azzardo Estero nelle Filippine (POGO). Il punto è che la maggior parte dei titolari di licenze POGO sono attività cinesi. Secondo dati ufficiali, il settore attualmente impiega più di 138.000 persone, per la maggior parte cittadini cinesi ma, e pare che molti di loro lavorino illegalmente sul territorio delle Filippine.

La notizia che la Cina ha sollecitato le Filippine per reprimere il suo settore di gioco d’azzardo giunge nel mezzo di relazioni cordiali tra i due paesi. Il Portavoce cinese ha detto oggi che il suo governo spera di poter lavorare congiuntamente con quello filippino nel contrastare “attività criminali che comprendono il gioco d’azzardo online e truffe informatiche”, basti pensare alla truffa da 17 milioni di dollari denunciata qualche giorno fa (http://cifonenews.it/cina-41-arresti-per-gioco-illegale-online-da-17mln-di-dollari/). Nonostante il gioco d’azzardo sia illegale in Cina, si ritiene che gli scommettitori cinesi siano i più grandi contribuenti al fiorente settore di gioco d’azzardo online dell’Asia.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *