Covid, il Governo vara nuove misure. I no vax esclusi da attività sociali e ricreative

40 0

A fronte della nuova ondata con picchi di contagi da Covid in alcune regioni italiane, il Governo mette in cantiere nuove misure di contenimento, una fra tutte il super green pass. La certificazione consentirà ai soli vaccinati di accedere alle attività sociali, ricreative e culturali. I “no vax” saranno esclusi di conseguenza da ristoranti, bar, teatri, palestre, piscine, cinema, stadi, discoteche e sale gioco.

La decisione cruciale da prendere è se lo stop per le persone non immunizzate debba scattare in tutta l’Italia indistintamente, già dalla zona bianca, oppure solo a partire dalla fascia di rischio gialla. Per FedrigaFontana e Zaia la distinzione tra super green pass e certificato verde ottenuto con il tampone deve partire solo quando un territorio vede peggiorare i dati ospedalieri e cambia colore. Secondo gli altri presidenti, le restrizioni dovrebbero scattare già in zona bianca. Decisiva sarà la posizione di Draghi, che a quanto trapela preferirebbe una maggiore gradualità. Inoltre il premier starebbe valutando l’obbligo vaccinale per le forze dell’ordine. Anche per il personale scolastico la decisione è matura, ma su questo Draghi vuole un “approfondimento ulteriore”. La scelta potrebbe essere rimandata a un successivo decreto sulla scuola da varare con il via libera al vaccino per i bambini dai 5 agli 11 anni, che arriverà dopo il sì dell’Aifa e sarà facoltativo.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *