Covid, la variante inglese arriva a Bari e Roma

170 0

Dalla Gran Bretagna arriva la variante ‘inglese’ del Covid che si propaga più velocemente. Così tutta Europa, inclusa l’Italia, ha deciso di sospendere i voli con la il Regno Unito., come ha spiegato in un post il ministro Di Maio: “Il Regno Unito ha lanciato l’allarme su una nuova forma di Covid che sarebbe il risultato di una mutazione del virus.
Come Governo abbiamo il dovere di proteggere gli italiani, per questa ragione, dopo aver avvisato il Governo inglese, con il Ministero della Salute stiamo per firmare il provvedimento per sospendere i voli con la Gran Bretagna.
La nostra priorità è tutelare l’Italia e i nostri connazionali”.

Ma la variante inglese del Sars Cov2  è già approdata a Fiumicino e a Bari. Oltre alla donna già in isolamento a Roma con il suo convivente rientrato giorni fa dal Regno Unito, ci sarebbero al momento in Italia altri due casi sospetti. Il primo, riferisce Repubblica, riguarda una ragazza di 25 anni della provincia di Bari atterrata giovedì nello scalo pugliese su un aereo Ryanair da Londra: è risultata positiva al coronavirus e ora sono in corso all’istituto zooprofilattico di Foggia le analisi per capire se abbia la variante. Un altro caso di Covid è stato poi riscontrato domenica tra gli ultimi passeggeri atterrati a Fiumicino dalla Gran Bretagna. Il tampone sarà analizzato allo Spallanzani per accertare se sia presente la variante inglese. Il paziente è in isolamento a casa.


“La variante di Sars-CoV2 che sta circolando in questo momento a Londra e nel sud est dell’Inghilterra, presenta delle mutazioni
sulla proteina di superficie del virus, la cosiddetta Spike. Nonostante si ipotizzi che queste mutazioni possano aumentare la
étrasmissibilità del virus, non sembrano alterare né l’aggressività clinica nè la risposta ai vaccini”, ha detto il Direttore Generare della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza.

La variante riscontrata nelle ultime settimane in Gran Bretagna è stata tra l’altro già rintracciata anche in Olanda, Danimarca, Australia e forse Sudafrica. “E’ fuori controllo”, hanno ammesso le autorità a Londra, tanto da far raddoppiare i contagi nel Regno in appena una settimana. Il nuovo ceppo del Covid spaventa soprattutto perché è altamente contagioso – fino al 70% in più a Londra e nel sud-est dell’Inghilterra – tanto da costringere il governo britannico ad imporre il lockdown nella capitale.

L’Oms ha fatto sapere di essere in “stretto contatto” con gli uomini di Boris Johnson, e nel frattempo ha invitato tutti i governi europei a “rafforzare le proprie procedure di controllo e prevenzione”. Non è ancora detto che la malattia sia più letale, anzi c’è chi lo esclude, ma c’è la possibilità che “incida sui metodi diagnostici”, ha avvertito l’organismo Onu. Quanto al vaccino, invece, secondo l’università di Oxford (che sta lavorando al farmaco con AstraZeneca) la nuova variante “non preoccupa”. Per evitare brutte sorprese, comunque, le cancellerie europee hanno deciso di correre ai ripari, di fatto isolando la Gran Bretagna. (https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/12/20/oms-la-nuova-variante-di-coronavirus-anche-in-danimarca-australia-e-olanda-_22a5bd78-a280-4c0e-a68c-30283341f013.html).

La Redazione



Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *