Covid: Sardegna verso il lockdown, in Sicilia 5 ‘zone rosse’

90 0

 Da nord a sud si moltiplicano le ordinanze per arginare il contagio da Covid, non solo da parte dei presidenti di Regioni ma anche dai sindaci. Colpitissime le due isole: Sicilia e Sardegna. In quest’ultima, come riporta l’Ansa, entro 24, massimo 48 ore, il presidente Christian Solinas dovrebbe adottare uno “Stop&Go” di 15 giorni per le principali attività, con contestuale chiusura di porti e aeroporti per frenare la salita della curva dei contagi. Si tratterebbe di un vero e proprio lockdown . Provvedimenti mirati e concordati con il Comitato tecnico scientifico che – apprende l’ANSA – arriveranno comunque solo dopo le elezioni comunali in programma il 25 e il 26 ottobre in 156 centri della Sardegna e che dunque si terranno regolarmente.

Intanto in Sicilia, Torretta, in provincia di Palermo, diventa “zona rossa”. La quinta nell’isola. Lo ha deciso il presidente della Regione, Nello Musumeci, d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, per contrastare l’impennata della curva dei contagi da Covid. L’ordinanza decorre dalle 14 di oggi e resterà in vigore fino alle 24 del 30 ottobre. La principale modalità di lavoro sarà lo smart-working, con la promozione, da parte dei datori di lavoro pubblici e privati, della fruizione di ferie e congedi per i propri dipendenti. Chiusi musei, biblioteche e luoghi di cultura, inoltre saranno vietati banchetti e feste private di qualunque tipo. Sospesi anche tutti gli eventi sportivi, le manifestazioni culturali, ludiche e religiose, come grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole ballo, sale giochi, discoteche. Stop alle cerimonie civili e religiose a eccezione dei funerali a cui potranno partecipare massimo 15 persone e ai mercati. 

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *