Decreto Covid: super green pass per sale scommesse, bingo e casinò

260 0

“Dal 30 dicembre la certificazione verde rafforzata servirà anche per musei, mostre, piscine, palestre, spogliatoi, centri benessere, centri termali, centri culturali e sociali, sale scommesse, bingo e casinò. Anche per i banconi di bar e ristoranti scatta l’obbligo della certificazione verde rafforzata”. E’ quanto prevede il nuovo decreto Covid, varato dal Governo e che entrerà in vigore subito dopo la sua pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale, ovvero nei prossimi giorni. Sempre più restrizioni in vista dell’esplosione della tanto temuta variante Omicron. Tra le nuove misure di contenimento, arriva la riduzione della durata del green pass ottenuto con la vaccinazione, ma anche l’obbligo di utilizzare le mascherine anche all’aperto ovunque e le Ffp2 in determinate condizioni. C’è anche l’obbligo di tampone con doppia dose o terza dose per entrare nelle Rsa, mentre si allarga la platea dei posti dove viene richiesta la certificazione verde rafforzata, ottenuta con doppia dose o con guarigione dal Covid. All’ultimo minuto il governo ha deciso anche di chiudere le discoteche e sale da ballo fino al 31 gennaio.
All’articolo 4 del nuovo decreto Covid del governo Draghi si legge: “Dalla data di entrata in vigore del presente decreto legge fino al 31 gennaio 2022, sono vietati le feste, comunque denominate, gli eventi a queste assimilati e i concerti che implichino assembramenti in spazi aperti”.

Torna l’obbligo di mascherina anche all’aperto in tutta Italia, a prescindere dal colore delle Regioni. La novità sarà valida anche in zona bianca. Ma attenzione: in alcuni posti sarà necessaria la Ffp2, che garantisce un maggior filtraggio e una maggiore protezione delle vie respiratorie. Il decreto ne prevede l’uso obbligatorio in cinema, teatri, sale da concerto, palazzetti e stadi, che siano all’aperto o al chiuso. Negli stessi posti è vietato vendere e consumare cibi e bevande. Le mascherine Ffp2 saranno obbligatorie anche sui mezzi di trasporto pubblico.

La Redazione


Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.