Decreto fiscale, si torna a parlare di Lotteria dello scontrino

778 0

 

Torna di moda la proposta di istituire una “Lotteria dello scontrino”, seppure sotto altra denominazione.  Tale iniziativa era stata prevista anche nella manovra 2016 ma poi non è stata  più realizzata. Questa volta è apparsa nella  bozza del decreto fiscale che sta circolando in questi giorni: si legge  infatti di una lotteria legata allo scontrino che si chiamerà “lotteria dei corrispettivi”, che partirà dal primo gennaio 2020, quando  lo scontrino dovrebbe diventare elettronico, una innovazione legata all’arrivo della fattura elettronica. Dall’inizio del 2020, infatti, alla cassa del negozio non riceveremo più l’attuale scontrino ma la traccia del pagamento sarà inviata telematicamente dal titolare dell’attività all’Agenzia delle Entrate.

Per partecipare alla lotteria sarà sufficiente lasciare alla cassa il codice fiscale, come già accade in farmacia quando si consegna la tessera sanitaria. Dunque può partecipare all’estrazione di premi chi effettua acquisti di beni o servizi, purché non chieda la fattura con partita Iva e, quindi, compri in qualità di consumatore e non di professionista o imprenditore.  Ogni giorno saranno estratti premi in denaro per i contribuenti che avranno deciso di partecipare alla lotteria.

La lotteria degli scontrini rientra quindi tra le misure adottate dal Governo per combattere l’evasione fiscale.

A. Bargelloni

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *