Distante (Sapar) sul divieto dei ticket redemption ai minorenni: “Al peggio non c’è limite”

168 0

Alle perplessità espresse dal consigliere comunale di Rimini, Luigi Camporesi (http://cifonenews.it/camporesi-divieto-ai-minori-delle-macchine-con-ticket-redemption-grave-minaccia-alleconomia-delle-sale-giochi/) sul divieto dei ticket redmption ai minori di 18 anni fanno eco i commenti di Domenico Distante.

Il presidente Sapar ha dichiarato: “Se si considera il flipper, il calciobalilla, ovvero tutti quei giochi di abilità che storicamente sono consacrati nelle attività di carattere ricreativo, come potenziale rischio per sviluppare l’azzardo possiamo davvero stendere un velo pietoso su un sistema di totale approssimazione esclusivamente basato su teorie supportate dal nulla, mai confortate da studi di questo tipo in Italia, ma che all’estero non hanno mai prodotto risultati tangibili in questa direzione. Al peggio non c’è limite – spiega il presidente Distante – poiché si parte da una considerazione che non ha alcun tipo di riscontro oggettivo, e cioè che questo tipo di giochi, quindi la vincita di un premio che si traduce nel riconoscimento di una particolare abilità, potrebbe indurre i giovanissimi a passare in futuro ai giochi d’azzardo. Tutto questo ignorando l’universo mondo esistente sulle piattaforme online non controllabili da nessuno sia in termini di accesso che di luoghi. Ci ritroveremmo con l’infliggere una inutile azione punitiva in cui scompare la competizione e destrezza, snaturando il senso di partecipazione in gare, giochi o prove che richiedono abilità e che servono a sviluppare logica e capacità intellettive”. 

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *