“Football is coming home”…sì, ma in Italia! Gli azzurri di Mancini campioni d’Europa

102 0

 “Football is coming home”, sì, ma in Italia! Sono proprio gli azzurri di Mancini a tornare a casa vittoriosi a distanza di 53 anni e nel giorno esatto del 39° anniversario del trionfo mondiale in Spagna. Italia campione d’Europa dopo un campionato brillante e una finale sofferta con l’Inghilterra. La vittoria arriva ai rigori grazie a una nuova impresa di Gigio Donnarumma, che mura gli inglesi due volte dopo l’1-1 (gol di Shaw e Bonucci) dei supplementari. Un’impresa difficile ancor più perchè a casa loro, di fronte a sessantamila tifosi scatenati per 120 minuti. “Abbiamo vinto da protagonisti, e non da opportunisti come spesso siamo stati (e siamo) accusati di essere: è questo il merito più grande” si legge su La Gazzetta dello Sport . Wembley ammutolito si inginocchia davanti all’Italia. L’ultima partita, con i giganti dell’Inghilterra, in casa della Regina e dentro uno stadio ostile, è una meravigliosa sofferenza. L’Italia vince perché ha più cuore e più anima e una tempra d’acciaio. I suoi simboli sono l’eterno Chiellini, alla terza partita consecutiva dopo l’infortunio, un gigante dentro la sua area contro Kane e contro Sterling, e il giovane rampante Donnarumma che para due rigori, anche quello decisivo di Saka, cancellando gli errori di Belotti e Jorginho.

Esulta il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in tribuna fino all’ultimo rigore. “Gli italiani celebrano il successo della nazionale ai campionati europei di calcio. Gli azzurri, guidati dal commissario tecnico Roberto Mancini, hanno mostrato insieme a grandi individualità un gioco e uno spirito di squadra straordinari. Il trofeo torna in Italia dopo più di 50 anni.” E’ quanto dichiara il premier Mario Draghi preparandosi a ricevere la squadra e lo staff tecnico a Palazzo Chigi per ringraziarli a nome di tutto il Governo.

Tanta amarezza da parte degli inglesi che avevano da giorni dato per scontato la vittoria della propria nazionale. Il primo ministro britannico Boris Johnson ha denunciato oggi gli “insulti razzisti” nei confronti dei giocatori inglesi dopo la sconfitta contro l’Italia nella finale europea di eri a Wembley. I giocatori della nazionale inglese “meritano di essere trattati da eroi”, non coperti da “insulti razzisti sui social media”, ha twittato il leader conservatore sottolineando che i “responsabili di questi spaventosi abusi dovrebbero vergognarsi di se stessi”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *