ultime notizie

Attualità, Gaming, In Evidenza, Politica, Tempo libero

Ai Girls: oltre 300 studentesse per la prima edizione, Igt al lavoro per la seconda

Attualità, Gaming, Politica, Salute

Divieto pubblicità gioco, Consiglio di Stato sospende sentenza del Tar Lazio

Attualità e Politica, Economia, Gaming, In Evidenza

Gioco online e fisico: riordino nel limbo, ma le novità sono ormai alle porte

Attualità, In Evidenza, Redazione, Sports

Finale Euro 2024, Spagna-Inghilterra: il vincitore secondo i bookie di Fantasyteam

Attualità, Cultura, In Evidenza, Redazione, Sports

Luci a San Siro Trotto Grand Opening: Snaitech celebra il nuovo volto dell’Ippodromo Snai San Siro con una grande serata di sport, musica e cultura

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza

Scommesse, Tar Sicilia accoglie ricorso CTD: “Decisione Questore su chiusura attività si basa su norma suscettibile di disapplicazione in virtù della prevalenza del diritto comunitario”

Gioco illegale, Dia e Carabinieri sequestrano 109mila euro su un conto tedesco

© Dia – Sito ufficiale. Scritto da Redazione

Dia e Carabinieri sequestrano 109mila euro su un conto corrente tedesco aperto da un cittadino italiano, ritenuto un ‘punto di riferimento di diversi clan’ operanti nel gioco e nelle scommesse illegali su piattaforme web.

“Associazione per delinquere” aggravata dalla finalità di agevolazione mafiosa: è l’accusa rivolta a un uomo, colpito da un decreto di sequestro preventivo emesso dalla sezione Riesame e misure di prevenzione del Tribunale di Salerno – ed eseguito dalla Direzione investigativa antimafia di Salerno, in collaborazione con i Carabinieri – per una somma di denaro pari a 109.077 euro giacente su un conto corrente aperto presso un istituto bancario tedesco.

La somma di denaro, si legge in una nota ufficiale delle forze dell’ordine, è stata ritenuta profitto delle attività illecite svolte dall’uomo, ritenuto essere punto di riferimento di diversi clan nel settore delle scommesse e dei giochi d’azzardo illegali perpetrati mediante l’utilizzo di piattaforme informatiche operanti sul web.

L’esecuzione del provvedimento rappresenta l’epilogo di un approfondimento investigativo svolto in relazione ad una segnalazione di operazione sospetta trasmessa dalla Unità di informazione finanziaria tedesca a quella della Banca d’Italia.

Condividi

Articoli correlati

Video