Installa totem nel bar. Trga Bolzano sospende attività

65 0

Dà ragione al Comune di Bolzano il Tribunale regionale di giustizia amministrativa. Si tratta della validità di un’ordinanza di sospensione per 60 giorni dell’attività del pubblico esercizio un bar della città, “reo” di aver installato dei totem nel suo locale, in sostituzione di apparecchi da gioco illeciti sequestrati dalla Guardia di finanza perché in violazione della legge provinciale in materia e che aveva anche omesso di rimuovere. I giudici amministrativi non hanno dubbi: “è sufficiente la configurabilità di un mero pericolo per la sicurezza pubblica per legittimare l’adozione della misura cautelare in esame”. Così il Tribunale ha rigettato “siccome infondato” il ricorso di una società contro l’ordinanza firmata a riguardo dal sindaco. Secondo i giudici, con la reiterazione delle violazioni oggetto di contestazione, la titolare della società di gestione dell’esercizio ha dimostrato “una spiccata propensione alla inosservanza delle regole che disciplinano il gioco lecito, tale da porre in pericolo l’ordine e la sicurezza pubblica”.

Nella sentenza si legge: “Il Comune di Bolzano giudicava ‘gravi’ gli illeciti segnalati dalla Guardia di finanza, rilevando altresì che gli stessi avevano comportato ‘l’aggiramento’ dell’ordinanza sindacale n. 107/2013 del 12.12.2013 con la quale il Comune di Bolzano aveva intimato all’odierna ricorrente di procedere alla rimozione degli apparecchi di gioco dall’esercizio, in considerazione della presenza, nel raggio di 300 metri dal locale, di numerosi ‘punti sensibili’ ex art. 11, comma 1bis della Lp n. 58/1988, come individuati nella planimetria e tabella allegate all’ordinanza medesima (doc. 3). Sulla base dei rilevati presupposti, il sindaco adottava l’ordinanza ex art. 47, c. 3 della Lp n. 58/1988, oggetto dell’impugnativa proposta con l’atto introduttivo del giudizio” (https://www.gioconews.it/newslotvlt/57-generale34/65244-viola-legge-gioco-e-installa-dei-totem-trga-bolzano-stop-all-attivita)

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *