Interrogazione alla Camera di Butti e Osnato sul futuro di Campione e la riapertura del casinò

96 0

E’ di qualche giorno fa la decisione della Corte d’appello di Milano di annullare la sentenza di fallimento della casa da gioco di Campione emessa dal tribunale di Como nel mese di luglio 2018. A tal proposito i deputati FdI, Alessio Butti e Marco Osnato hanno presentato un’interrogazione a risposta in commissione al presidente del consiglio dei ministri e al ministro dell’economia e delle finanze sulla nomina del commissario e la riapertura della casa da gioco di Campione d’Italia. Premettendo che “la corte d’appello di Milano ha annullato la sentenza di fallimento della casa da gioco di Campione emessa dal tribunale di Como nel mese di luglio 2018; la sentenza del 2018, emessa senza garantire il diritto di difendersi al Casinò, ha decretato la chiusura di una casa da gioco in grado di produrre utili, oltre a garantire occupazione a 482 persone; la situazione campionese è nota e non necessita di ulteriori spiegazioni; l’eventuale ricorso in Cassazione comporterebbe un pesantissimo ritardo nella soluzione del problema che ha investito il Casinò; ora più che mai è indispensabile un intervento di natura politica da parte del Governo; occorrerebbe approfondire le responsabilità degli attori che, a vario titolo (magistrati, commissari pro tempore, sindaci del comune) e con azioni a giudizio degli interroganti discutibili, hanno generato una situazione a dir poco confusa”, i deputati hanno chiesto: “quale sia l’intenzione del Governo in ordine alla nomina del commissario della casa da gioco, prevista dalla legge, ma mai formalizzata, nonché relativamente alla possibilità di riaprire velocemente la casa da gioco; quali urgenti iniziative intenda adottare il Governo in merito ai trasferimenti statali indispensabili a garantire la sopravvivenza del comune campionese”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *