Italia in bianco: riaprono sale gioco, scommesse e Bingo

190 0

Da oggi (21 giugno, ndr) l’Italia è in bianco, eccetto la Valle d’Aosta. Dopo quasi un anno di chiusura forzata riaprono sale gioco, sale scommesse e sale bingo. Secondo il monitoraggio settimanale, l’indice di contagio da Covid Rt nazionale resta stabile e si attesta a 0,69, contro lo 0,68 della scorsa settimana. Cala invece l’incidenza settimanale dei casi per 100.000 abitanti, uno dei valori chiave per le decisioni sulle misure: è a 16,7 rispetto ai 25 della settimana precedente. Sono i dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale Covid Iss-ministero della Salute. Tutte le Regioni sono classificate a rischio basso tranne tre: Basilicata, Friuli-Venezia Giulia e Molise, che sono a rischio moderato. Tutte hanno un Rt compatibile con uno scenario di tipo uno. 

Nessuna Regione/PPAA supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 6%, sotto la soglia critica, con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 688 (08/06/2021) a 504 (15/06/2021). “La curva epidemica nel nostro Paese è tra le più basse a livello dei principali paesi Ue. C’è una decrescita dei casi in tutte le Regioni e  cominciano ad essere numerosi i comuni dove non ci sono stati casi nelle ultime settimane”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del monitoraggio settimanale della Cabina di Regia.

Resta tuttavia il “il rischio varianti” secondo l’Iss che “richiede tracciamento capillare e sequenziamento”. Per questo è “indispensabile completare il ciclo vaccinale per prevenire recrudescenze”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *