Lazio, legge gioco, Sapar: “Adm specifica le criticità segnalate al Mef”

187 0

“A seguito di richiesta di accesso civico agli atti formalizzata dall’associazione nazionale Sapar, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli ha reso noto che ha inviato una segnalazione al ministero dell’Economia e delle finanze riguardante le modifiche recentemente approvate alla legge regionale del Lazio nr. 5/2013. In particolare Adm ha segnalato al Mef le nuove regole introdotte dalla normativa regionale del Lazio consistenti nell’obbligo di interruzione del gioco ogni trenta minuti e nell’obbligo di riduzione della frequenza delle giocate ad una ogni trenta secondi”. E’ quanto si legge sul sito Sapar (https://www.sapar.it/2022/11/03/legge-regionale-lazio-accesso-agli-atti-sapar-adm-specifica-le-criticita-segnalate-al-mef/)

“Trattandosi di regole che vanno ad incidere sul funzionamento degli apparecchi a giudizio di Adm si sarebbe verificata una violazione della normativa comunitaria in materia di regole tecniche e comunque la Regione Lazio avrebbe scavalcato le competenze regolatorie dell’Agenzia”, fa sapere Sapar.
“Peraltro a giudizio di Adm anche se le suddette regole dovessero essere interpretate come ad esclusivo carico degli esercenti (senza necessità di riprogrammazione degli apparecchi) comunque risulterebbero di difficile applicazione.
L’Associazione notizierà gli associati di ogni sviluppo in proposito”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *