L’ippodromo Snai San Siro torna ad essere contenitore culturale con Piano City Milano

198 0

L’ippodromo Snai San Siro torna ad essere contenitore culturale della città. Con l’avvio della kermesse Piano City Milano l’ippodromo sarà palcoscenico d’eccezione per alcuni dei più interessanti concerti in palinsesto. Come accadde nel maggio 2019, anche quest’anno l’impianto ippico di piazzale dello Sport 16 a Milano ospita il festival di pianoforte promosso dall’Associazione Piano City Milano e il Comune di Milano, che trasforma la città meneghina in una grande sala da concerto.

Giunta alla sua 10^ edizione, il primo appuntamento all’Ippodromo Snai San Siro è fissato per sabato 26 giugno, alle ore 5 del mattino, con “Rituale per una nuova alba” di Cesare Picco presso la Tribuna Principale con ingresso da piazzale dello Sport 16. Picco, icona pop tra i pianisti, è noto per i suoi concerti al buio perché la sua musica si basa sulla percezione dei suoni durante il sonno, ispirando quindi sogni ed emozioni. Sempre il 26 giugno, ma alle ore 10, presso l’area della fontana (ingresso da piazzale dello Sport 16), si esibirà Pietro Aloi in collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. La storia di Aloi è affascinante: studia il pianoforte dall’età di 5 anni e nel 2014 entra al Conservatorio Giuseppe Verdi dove comincia gli studi classici per poi affiancare quelli di jazz dal 2018. Celebri alcuni brani da lui interpretati come quelli di T. Monk, C. Corea, C. Porter, B. Strayhorn, G. Wood, C. Parker e J. Van-Heusen.

Domenica 27 giugno, alle ore 10, sarà il turno di Costanza Principe, nell’area in cui sorge il Cavallo di Leonardo (ingresso da piazzale dello Sport 6), che eseguirà brani di Robert Schumann, Johannes Brahms e J. S. Bach. Principe ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni e si è diplomata con il massimo dei voti, la lode e la menzione presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Nel 2015 ha conseguito a pieni voti il Bachelor of Music e il Master of Music presso la Royal Academy of Music di Londra e si è aggiudicata tre borse di studio dal Martin Musical Scholarship Fund-Philharmonia Orchestra.

La programmazione di Milano Piano City all’Ippodromo Snai San Siro si chiuderà domenica 27 giugno, alle ore 20, presso la Tribuna Principale con “Open Machine”, la grande esibizione di Vittorio Cosma e Davide “Boosta” Dileo. Una performance che vedranno in scena due pianoforti, i sintetizzatori e le macchine elettroniche. Produttore, musicista e compositore, Cosma ha diretto l’orchestra del Festival di Sanremo in numerose edizioni e ha collezionato svariati dischi d’oro collaborando con artisti quali Fiorella Mannoia, Marlene Kuntz, Samuele Bersani, Pino Daniele e molti altri. Con Cosma anche Davide “Boosta” Dileo, musicista, dj, compositore, autore e produttore, considerato nel panorama internazionale come uno dei migliori dj e pianisti italiani con esperienza nella composizione e alla consolle dei migliori club, da Ibiza a Zurigo.

Aderendo a questa iniziativa Snaitech, società proprietaria dell’Ippodromo Snai San Siro, conferma la volontà di perseguire la strategia iniziata sei anni fa, ovvero trasformare l’ippodromo milanese come luogo polifunzionale permettendo così ai cittadini di riavvicinarsi in uno spazio in cui la storia, l’arte, la natura e lo spettacolo sono tutt’uno. L’ambizioso progetto di rilancio e di valorizzazione dell’impianto ippico dà ragione a Snaitech che, dal 2015 ad oggi, ha portato a scoprire l’impianto del galoppo a circa un milione di persone (https://www.ippodromisnai.it/piano-city-milano-allippodromo-snai-san-siro-lemozione-dei-concerti-al-pianoforte-e-dal-vivo-tra-il-26-e-27-giugno-grazie-a-snaitech/).

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *