Lotta al match fixing, Integrity Tour ha fatto tappa a Verona

188 0

L’Integrity Tour 2019 ha fatto tappa in Veneto per il workshop con l’A.C. Chievo Verona presso il centro sportivo Veronello di Calmasino.
L’iniziativa creata quattro anni fa per rafforzare la cultura della legalità nel mondo del calcio e diffondere i veri valori dello sport vede impegnati Lega Serie A, Sportradar e Istituto per il Credito Sportivo.
L’incontro, che segue quelli già svolti in questo mese con Juventus, Inter, Frosinone, Sassuolo, Fiorentina, Genoa e Sampdoria, ha coinvolto la Prima Squadra, la Primavera e l’Under 17 del Chievo, assieme ai relativi staff tecnici.
“Questi incontri sono molto importanti per tutti i componenti delle società: noi giocatori, staff e dirigenti dobbiamo essere informati su un argomento così delicato – il commento di Riccardo Meggiorini, attaccante del Chievo Verona – Dobbiamo avere tutti quanti coscienza degli effetti negativi che si possono avere quando si commettono certi errori. È giusto che questi incontri vengano organizzati tutti gli anni per evitare che lo sbaglio di un singolo diventi un danno irreparabile per un’intera squadra. Sono contento che questi incontri vengano aperti ai ragazzi delle squadre Primavera e Under 17 delle società perché anche questo fa parte dell’educazione dei ragazzi stessi”.
Marcello Presilla, responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG, ha spiegato agli atleti il fenomeno del match-fixing in tutte le sue forme, illustrandone rischi e conseguenze. Dall’identikit dei cosiddetti fixers, veri e propri criminali che “agganciano” i giocatori intrappolandoli nelle truffe, ai rischi che si corrono inserendosi in un meccanismo che pregiudica il futuro e la credibilità degli atleti e del calcio.
L’impegno della Lega Serie A nella formazione dei propri tesserati prosegue per il quinto anno all’insegna del contrasto al match fixing, una problematica del mondo sportivo che deve essere illustrata e spiegata a tutte le parti coinvolte nello spettacolo del nostro campionato di calcio, per prevenirla e contrastarla in tutte le sue forme.
Grazie alla partnership con la Lega Serie A e il Credito Sportivo, Sportradar continua il suo costante lavoro sul campo: formare e informare calciatori, atleti e addetti ai lavori, per rafforzare la cultura della legalità. All’Integrity Tour, poi, si affianca il costante controllo dei match che Sportradar svolge ufficialmente e quotidianamente, in quanto organismo designato da Uefa e Fifa, in Italia e nel resto del mondo, per il monitoraggio di tutte le partite.
A. Bargelloni

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *